La Buona Scuola pregi e difetti

  • GIAMPAOLO ROIDI

Leggo continuamente su Metro commenti negativi alla riforma scolastica, alle lettere dei lettori che sostengono la riforma (pubblicate da Saccucci, "forse" troppo vicino ai docenti, solo per poi criticarle). (…). Perchè non date spazio anche a commenti dell'altra parte? Attendo chiarimenti. Davide Spreafico

Gentile Davide, Metro ha dato spazio alla riforma Giannini come pochi altri giornali nell’ultimo anno. Interviste, commenti, la stessa ministra e il sottosegretario Davide Faraone hanno trovato spazi e occasioni per illustrare i lati positivi di questa legge. È vero, molto spazio abbiamo riservato anche a chi la riforma l’ha contestata, chiamando a collaborare un gruppo di insegnanti (quelli dell’associazione Gessetti Rotti) molto critici con le novità introdotte. E lo abbiamo fatto nel momento clou, subito prima e subito dopo l’approvazione della Buona Scuola, con l’intento di segnalare più i limiti o i difetti di un progetto, piuttosto che i lati positivi. Questo, forse, deve fare sempre un giornale, nell’interesse collettivo e persino di chi preferirebbe sentirsi dire sempre che va tutto bene per il solo fatto di aver introdotto una novità.

Abbiamo esagerato, dice lei. Accettiamo la critica e ne faremo tesoro. Ma non siamo pentiti di aver dato voce a chi rischiava di restare schiacciato da meccanismi mediatici e dinamiche sindacali spietati, come spesso è avvenuto in passato. Abbiamo volutamente dato voce agli insegnanti, coloro che poi la riforma la vivono sulla propria pelle, mentre lavorano nell’interesse nostro e dei nostri figli. Se lei ha figli in età scolastica o frequenta corridoi di medie o licei saprà che il malumore resta assai diffuso, pensi soltanto al tema degli stipendi, di gran lunga sotto la media europea, tema che la “107” fa finta di non vedere. Per assorbire e digerire una riforma così impattante sul lavoro dei professori ci vorrà tempo, e l’aver marcato limiti e contraddizioni di un progetto impostato e voluto con le migliori intenzioni non credo abbia nuociuto alla comprensione dei problemi. Tutt’altro.

Metro Scuola tornerà a settembre e proveremo, sempre con l’aiuto di insegnanti e genitori, a rivalutare i lati positivi dei provvedimenti introdotti. Soppeseremo di nuovo, azzerando le conclusioni si qui ottenute, vantaggi e svantaggi. E daremo più spazio ai professori entusiasti di questo assetto della pubblica istruzione, glielo prometto. Sono certo che ci aiuteranno a scrollarci di dosso questa percezione di inadeguatezza della nostra organizzazione scolastica che ci perseguita da tempo e che la Buona Scuola ha mitigato davvero soltanto in parte.

GIAMPAOLO ROIDI

Direttore di Metro

Articoli Correlati
GIAMPAOLO ROIDI

Grazie Metro, sei davveroun giornale gigantesco

Il direttore lascia dopo 12 anni la guida del quotidiano
GIAMPAOLO ROIDI

Calciatori cattivi maestriTutta colpa della Tv

Gli insulti durante le partite ci sono sempre stati. La differenza la fa la tv. I casi di Sarri e de Rossi
GIAMPAOLO ROIDI

Il nostro nemicoda oggi è la paura

Siamo tutti feriti gravi di una guerra che non capiamo e non conosciamo abbastanza.