Il garzone moderno a portata di smartphone

  • wwworkers.it

Wwworkers è la community dei lavoratori della rete, dipendenti o imprenditori che operano con le nuove tecnologie e che si raccontano su wwworkers.it e su Metro

C’era una volta il “casolin”, che nel dialetto veneto era il ragazzo di bottega che portava la spesa a casa del cliente. C’era una volta e c’è ancora: oggi quel garzone viene chiamato direttamente dallo smartphone e arriva a consegnare a domicilio anche entro un’ora dall’ordine. L’idea è di Enrico Pandian, trentaseienne startupper di Verona, da sempre smanettone con i computer. Enrico s’è inventato Supermercato24.it, servizio oggi attivo in sedici città del nord-Italia più Roma. Il team è composto da ventuno collaboratori, soprattutto sviluppatori e ingegneri informatici. E poi c’è una rete territoriale di settecento persone che vanno a fare la spesa per conto del cliente. La persona più indicata che effettua la spesa viene suggerita da un algoritmo proprietario made in Italy, che intercetta la posizione geografica del cliente con quella del garzone, associando anche le competenze professionali del lavoratore. “Di fatto proponiamo un droghiere su misura e l'ordine si può effettuare con qualsiasi device”, precisa Pandian, che con la sua impresa si è aggiudicato lo scorso anno la seconda edizione di “360by360 Competition”. A quasi due anni dal lancio i numeri sono incoraggianti: negli ultimi trenta giorni sono stati generati quasi 300mila euro per oltre settemila ordini.

GIAMPAOLO COLLETTI
Twitter: @gpcolletti

Articoli Correlati

Il braccio hi-tech che confeziona la burrata

La storia di Luigi Maldera, fondatore di MBL Solutions

Il taxi diventa una discoteca

La storia di Marco Silvestri, 43enne di Jesi

A Matera rinasce il biscotto della fortuna

La storia di Mikaela Bandini raccontata su Metro e wwworkers.it