Sesso, soldi e bondage Ecco Billions

  • Roma/Serie tv

ROMA Sesso, potere e finanza. È “Billions” – serie al via  martedì alle 21.10 su Sky Atlantic –, che, per rendere l’idea, si apre con una scena di bondage: chi prevarica e chi si lascia prevaricare, in un gioco di potere eccitante. Lo scopo? Raccontare la filosofia di chi si muove – e muove milioni  – in questo mondo. Imperscrutabile, geniale e scaltro, Bobby Axelrod (Damian Lewis, “Homeland”) è il manager di successo che l’infallibile ma frustrato procuratore distrettuale Rhoades (Paul Giamatti) vuole incastrare; tra i due, Wendy,  dipendente del primo e moglie del secondo, che ha il volto di Maggie Siff: «Il mio personaggio - ha detto l’attrice lanciata da “Mad Men” – è la psicologa dell’azienda di Axelrod. È circondata da individui competitivi, ma ama nuotare con gli squali perché in fondo ne è attratta».  

L’aspetto interessante  è la sua relazione con i due antagonisti: «Sa di avere potere su entrambi, e questo le piace, ma è anche il fulcro morale e per questo vive dei conflitti».

La Siff che è stata una donna forte anche in “Sons of Anarchy”, ha una critica: «Capita ancora troppo di rado a una donna di interpretare ruoli di potere ed essere al livello degli uomini come accade a Wendy». 

LORENZA NEGRI

Articoli Correlati

Friend scompie 25 annie festeggia nella Capitale

Sabato e domenica appuntamento in piazza Barberini con i fan della serie tv americana