Car2Go-Atm è scontro sull'accordo fantasma

  • Sharing

TRASPORTI Uno scontro senza esclusione di colpi. È quello andato in scena tra Gianni Martino, country manager di Car2Go e i vertici di Atm. Ad aprire le ostilità, il manager che, presentando i dati sul servizio, aveva accusato Atm di boicottare un’iniziativa comune proposta dalla sua  società: «Car2Go ha provato a lanciare un’iniziativa comune per unire il suo car sharing al bike sharing di Atm (il BikeMi), ma a oggi non siamo riusciti a raggiungere un accordo e non capiamo perché». 

Martino ha poi spiegato che si sarebbe trattato di un «accordo di promozione reciproca e registrazione reciproca dei clienti con vantaggi reciproci, che però è stato osteggiato dal soggetto pubblico». Da parte di Atm, per Martino, «c’era un atteggiamento di protezione dei dati iniziale che si è consolidato». Un attacco conclusosi con l’invito alla prossima amministrazione affinché le «integrazioni tra operatori del trasporto e le agevolazioni in termini di intermodalità di cui si parla si vedano nei fatti e più che nelle parole».

Immediata la risposta di Foro Bonaparte: «Non conosciamo il signor Martino e non abbiamo avuto alcuna richiesta d’incontro da parte sua. Probabilmente il forte caldo, anticipato, di questi giorni gli ha fatto avere un abbaglio. Nessuna richiesta è mai giunta ad Atm: quindi Martino dice una cosa non vera. Forse Martino non sa, come invece tutti sanno, che il servizio di bike sharing a Milano è gestito da Clear Channel, società che non è di Atm; si informi quindi prima di dire sciocchezze». METRO

Articoli Correlati

Sopravvivere graziealla sharing economy

Lo scambio è la nuova frontiera della sopravvivenza urbana. Conta la reputazione sul web

La app Urbiper gestire la mobilità condivisa

Lastminute.com lancia nelle maggior città italiane un sistema che aggrega car, bike, scooter sharing, taxi e Uber

È Milano la regina dello sharing

Con oltre l’80% degli abbonati italiani all’auto condivisa, la città traina la nuova mobilità. Dalla nascita del servizio, percorsi 31 milioni di km