La storica tipografia rivive col digitale

  • wwworkers.it

Wwworkers è la community dei lavoratori della rete, dipendenti o imprenditori che operano con le nuove tecnologie e che si raccontano su wwworkers.it e su Metro

Lino è uno storico tipografo veronese oggi in pensione. Alessandro è un ventenne grafico digitale. Oggi Lino e Alessandro lavorano insieme, di fatto innestando i saperi del passato con le tecnologie del presente. E lo fanno in una tipografia degli anni ’70 rilevata da quattro giovani. «Verona è una delle capitali mondiali della stampa: qui sono nate le prime stamperie d’arte al mondo e una volta questa terra era costellata di piccoli laboratori con maestri artigiani», ricorda Matteo Zamboni, 24enne veronese e una delle anime di questo progetto con Tommaso Cinti, Nicola Zago, Stefano Schiavo. Un team tra i 30 e i 40 anni che sta ripensano l’idea di aggregazione.

Benvenuti a Lino’s & Co, stamperia con coworking e cartoleria situata nel centro storico di Verona, a due passi dall’Arena e da Castelvecchio. E dall’offline si passa all’online, con l’e-commerce di prodotti di alta qualità acquistabili su Linosandco.com.

Il torchio di cinquant'anni fa essenziale per la stampa accanto a grafici, designer, avvocato, architetti. Oltre trecento metri quadrati che ibridano passato e futuro. E le macchine con i caratteri di un tempo tornano a funzionare: ci sono la stella Heidelberg, il torchio tirabozze, la piano cilindrica, la taglierina. Oggetti presenti in tutte le tipografie ancora oggi, ma talvolta fermi o arrugginiti. «E invece qui da noi funzionano ancora. Gli odori e i rumori sono legati alla storia della stampa, ma abbiamo voluto forzare il digitale legandolo all'analogico: è come se le due metà della luna dialogassero per davvero».

GIAMPAOLO COLLETTI

@gpcolletti

 

Articoli Correlati

Dal cielo alla terraI piloti diventati contadini

La storia di Mauro Glave e Carlo Mancinelli

Il gelatiere che vendeonline grazie al ghiaccio secco

La storia di Paolo Santoprete raccontata su wwworkers.it e su Metro