Annalisa: La leggerezza aiuta a vivere

  • Annalisa Scarrone

INTERVISTA È una delle migliori voci del pop italiano recente. Annalisa torna con un nuovo cd, “Se io avessi un cuore”, che sta presentando live a Milano e Roma (giovedì sera al Parco della Musica). A seguire, da venerdì, l'instore tour (che parte da Feltrinelli in via Appia Nuova, il 20 dalle 17,30) e altri concerti.
«È il disco che ho sempre desiderato incidere» ci spiega.
Dicono tutti così…
Ma è vero. Ci sono arrivata passo passo: ho scritto tutto io, con qualche collaboratore, e rappresenta quel che sono. Nei testi e nelle sonorità moderne, molto elettropop.

Perché questo titolo?
Una provocazione. E un invito ad usare il cuore nei confronti degli altri, superando egoismi e pregiudizi. Parlo di eguaglianza e tolleranza, perché la diversità è ricchezza. Infatti, sono totalmente a favore delle unioni civili.

Nel disco lei sottolinea la parola “leggerezza”…
Intendo un modo più lieve nell'affrontare la vita, una specie di dolce resa agli eventi. Non è rassegnazione né superficialità, ma il prendere le cose così come vengono. Aiuta.

In “Used To You” canta in inglese e collabora con la popstar Dua Lipa: pensa al mercato estero?
Mi piacerebbe, ci spero tanto. Anche perché è una collaborazione nata spontaneamente dopo un incontro fortuito e una lunga chiacchierata.

Di cosa parla “Coltiverò l'amore”?
Della musica, mio amore e ancora di salvezza. Ieri come oggi. Ma rimango coi piedi per terra, lavoro duro e mi rimetto sempre in gioco.

 

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati
Annalisa Scarrone

Annalisa: «Io sonocome mi va!»

La cantante sul palco del Wind Summer Festival di Canale 5 racconta la genesi della sua hit tutta la femminile: “Bye Bye”
Annalisa Scarrone

Annalisa: Mi eccitano le nuove esperienze

Volata da Amici al cinema, passando per Sanremo, la Scarronepresenta il film girato da suo padre e che la vede protagonista