Rinascita Murazzi Via libera al bando

  • TORINO MOVIDA

TORINO Un altro passo avanti verso la rivitalizzazione dei Murazzi, luogo privilegiato della movida torinese. Il Comune ha annunciato che saranno assegnati in concessione mediante asta pubblica i locali delle arcate dei Murazzi, ad oggi ancora liberi, destinati a ospitare nuove attività commerciali.

Tre, nello specifico, i lotti oggetto della gara. Il primo è relativo alle arcate 73, 75 e 77 sulla banchina dei Murazzi all’altezza dell’incrocio tra lungo Po Armando Diaz e corso Cairoli, il secondo le arcate 89, 91 e 93  tra via Cavour e via dei Mille, mentre il terzo riguarda le arcate 105, 107, 109, 111, 113, 115 e 117, attigue alla scalinata più vicina al ponte Umberto I. Canoni annuali posti a base d’asta sono di 24.040 euro per il primo lotto, 8.117 euro per il secondo e 30.040 euro per il terzo.

Proseguono intanto i lavori di riqualificazione dei Murazzi. È infatti in fase di completamento la pulizia e l’eliminazione delle vernici da facciate, parapetti in pietra e scalinate, mentre sono in corso gli interventi sugli impianti di illuminazione pubblica che, tra le altre cose, prevedono l’installazione a parete di nuovi punti luce a proiettore e l’utilizzo di sorgenti luminose di maggiore efficienza luminosa a led. In via di realizzazione anche i lavori per il risanamento conservativo delle facciate in pietra delle arcate, il restauro di portoni e serramenti e altre opere edilizie e impiantistiche. All’indirizzo web www.comune.torino.it/comuneaffitta/bandomurazzi è online il bando per la presentazione delle richieste di partecipazione alla gara. Le offerte dovranno essere inviate, in plico sigillato, all’Ufficio Protocollo Generale della Città di Torino (per la Direzione Edifici Municipali, Patrimonio e Verde – Area Patrimonio), e dovranno giungere entro le 10 di mercoledì 8 giugno. Il giorno successivo, in seduta pubblica, saranno aperte le buste e avviate le procedure per le assegnazioni.

REBECCA ANVERSA

Articoli Correlati

Movida, regolein più quartieri

Alcolici, stretta oltre le zone abituali del divertimento