La Peugeot 208 va a benzina e GPL

  • Auto novità

AUTO Si completa l’offerta della rinnovata gamma della Peugeot 208 con la disponibilità della versione Puretech 82 bifuel, benzina e GPL. Molto gettonata in Italia, l’alimentazione a GPL per la 208 è offerta, con un sovrapprezzo di 1.500 euro rispetto alla Puretech 82 a benzina, in combinazione con le due diverse carrozzerie a tre e cinque porte e agli allestimenti Access, Active e Allure a partire da un prezzo d’attacco di 14.550 euro. L'impianto a GPL è stato messo a punto in collaborazione con il fornitore italiano LandiRenzo e viene installato nella fabbrica slovacca di Trnava in concomitanza l'assemblaggio della vettura. Il serbatoio toroidale che contiene il GPL ha una capacità di 33,6 litri ed elimina la ruota di scorta, senza però modificare la capacità del vano bagagli. La valvola di rifornimento è sistemata di fianco al bocchettone della benzina. Per quanto riguarda il tre cilindri Puretech è stato modificato con l'utilizzo di una nuova testata con valvole e relative sedi rinforzate. La nuova Peugeot 208 a GPL è naturalmente coperta dalla garanzia standard per tutti i suoi componenti, proprio perché viene prodotta con il sistema bifuel assemblato in fabbrica.

CORRADO CANALI

Articoli Correlati

La potenza di Gladiatoril pick-up di Jeep

Il modello, presentato a sorpresa a San Martino di Castrozza, non arriverà in Italia prima della fine del 2020

Per la gamma Seataggiornamenti in vista

Migliorìe tecnologiche o cambiamenti estetici per Tarraco, Ateca, Seat Arona, Ibiza, Leon

Maserati Levante Trofeo(e GTS) con il V8

La novità arriva anche sul mercato italiano dopo il debutto negli Usa