Le nanotecnologie del maestro cartaio

  • wwworkers.it

Wwworkers è la community dei lavoratori della rete, dipendenti o imprenditori che operano con le nuove tecnologie e che si raccontano su wwworkers.it e su Metro

Nelle colline marchigiane un mestiere artigiano secolare rivive con le nuove tecnologie. A Fabriano, regno incontrastato per la lavorazione della carta, c’è l’unico maestro cartaio digitale. Sandro Tiberi - 52enne di Fabriano, entrato nelle cartiere trent’anni fa e poi messosi in proprio - utilizza le nanotecnologie idrorepellenti applicandole alle superficie della carta, che diventa resistente all’acqua o all’olio. “Lo facciamo per le lampade o per gli oggetti di design, ma stiamo sperimentando una carta che possa sostituire il cuoio nelle borse”, precisa Tiberi. E il plurale nel suo racconto è d’obbligo: nella sua bottega lavorano sette giovanissimi, assunti con la sua startup innovativa navigabile su Sandrotiberi.com.

Dalle carte anti-contraffazione con un chip che le protegge a quelle iniettate di oro o platino e che diventano pezzi unici. “Sono innamorato di quello che faccio, il mio mestiere si avvicina all'arte”. Tiberi ha anche scritto il metodo disciplinare con cui gli altri cartai possono lavorare la carta e oggi fa corsi di formazione ovunque, vendendo in tutto Europa, nel Medio-Oriente, in America. “Perché la nostra carta è un brand riconosciuto nel mondo, il nostro made in Italy”.

GIAMPAOLO COLLETTI

 

@gpcolletti

 

Articoli Correlati

Dal cielo alla terraI piloti diventati contadini

La storia di Mauro Glave e Carlo Mancinelli

Il gelatiere che vendeonline grazie al ghiaccio secco

La storia di Paolo Santoprete raccontata su wwworkers.it e su Metro