Arbore, l’Orchestra e la canzone napoletana

  • Renzo Arbore

ROMA “La scaletta del concerto coniuga il nuovo e l’antico suono di Napoli: voci e cori appassionati, girandole di assoli strumentali, un’altalena di emozioni sprigionate dalle melodie della musica napoletana che evocano albe e tramonti, feste al sole e serenate notturne, gioie e pene d’amore”. Parola di Renzo Arbore, che al Teatro Sistina chiuderà con tre concerti – giovedì, venerdì e sabato – il tour invernale con la sua Orchestra Italiana.
Lo showman e musicista pugliese sarà in scena con un concerto in gran parte dedicato al repertorio tradizionale napoletano, la cui rilettura è accolta sempre con entusiasmo nei più prestigiosi teatri italiani e del resto del mondo, da New York a Rio de Janeiro, da Sidney a Tokyo. “Al suono di Reginella – spiega Arbore – vedo il pubblico di tutto il mondo cantare a squarciagola il ritornello e farsi trasportare magicamente a Napoli nella terra da dove quelle emozioni sono partite. La canzone napoletana ha una dimensione internazionale, la amano in tutto il mondo”.
Con Arbore sul palco la sua orchestra composta da 15 talentuosi musicisti e cantant come fra gli altri Giovanni Imparato, Gianni Conte, Barbara Buonaiuto, Mariano Caiano.
Infotel. 0639732536.

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati

«Anche nella politicaci vorrebbe un po' di arte»

Renzo Arbore, una vita da musicista, autore, attore, regista e tanto altro, si racconta a Metro

Arbore Plus, e la musicaè un toccasana per il cuore

Il musicista e showman presenta il triplo cd in uscita oggi e racconta a Metro il suo punto di vista sul pianeta canzone