Esposto di M5s per l'acquisto dei treni

  • Trenord

mobilità Una possibile “Trenopoli”. È quella che hanno denunciato i consiglieri regionali di M5s a Corte dei conti e all’Anac. Per M5s, che ha analizzato il piano di acquisto dei treni TSR a due piani, in 10 anni il Pirellone ha speso quasi 600 milioni in base a un’unica gara pubblica risalente al 2003.

Perché, si chiedono i grillini, l’appalto originale lievita dai 166 milioni iniziali a mezzo miliardo di euro? E perché i soldi vano sempre alla stessa impresa? «La costituzione della flotta di treni SFR ha inizio con l’era Formigoni», dice la consigliera Nanni, «chi si aspettava un’inversione di rotta dalla giunta leghista lombarda, rimarrà molto deluso. Infatti Maroni – in perfetta continuità formigoniana -  ha rinnovato l’appalto del 2003 senza gara, spendendo altri 80 milioni e arrivando a pagare i  convogli oltre il 50% in più rispetto al costo originario».

ANDREA SPARACIARI

Articoli Correlati

Camminavano lungo i binariIn due travolti e uccisi a Rho

Rallentamenti e ritardi nei treni verso Novara

Trenord, Authority valutaviolazione dei diritti dei passeggeri

La segnalazione della polizia ferroviaria

Trenord: l'abbonamento si comprerà anche online

Dal 22 febbraio "Ovunque in Lombardia" e "Ovunque in Provincia" si potranno acquistare sul nuovo sito della Società