Papa Francesco sa parlar d’amore

  • Papa Francesco

Papa Francesco sa parlar d'amore. È questa la sintesi dell'Amoris Laetitia, il documento pubblicato a seguito del sinodo sulla famiglia. È comprensibile che nel dibattito pubblico i media si siano focalizzati su un aspetto piuttosto che un altro ma il documento non può ridursi a questo o quel tema, perché quando si parla d'amore, si sa, non sono ammesse semplificazioni.

È interessante notare quanto la Chiesa ne sia consapevole: quello di Papa Francesco è un testo che viene da due anni di riflessioni tra vescovi di tutto il mondo e attraversa tutti gli aspetti della vita familiare, dal fondamento biblico dell'unione tra uomo e donna, ai problemi delle famiglie di oggi in tutte le latitudini, ai consigli sull'educazione dei figli, così come alla pastorale che non può ignorare le situazioni difficili e le ferite che uomini e donne si portano con sé in queste situazioni.

Un testo che ha una prospettiva di fondo: al centro dell’attenzione ci sono le persone reali con i loro legami. Non gli individui, come vorrebbe la mentalità capitalistico-consumistica, né i gruppi e le categorie, come vorrebbe lo schema politico-sondaggistico. In questo modo si supera la dicotomia tutta moderna tra famiglia come mero bisogno individuale - adattabile alle suggestioni del momento - e la famiglia come modello ideale - granitico e astratto quanto distante dall’ordinario. Il Papa si rivolge invece a quelli che stanno in mezzo: le persone vere e concrete che si barcamenano ogni giorno per essere felici.

 La Chiesa di Francesco ha deciso di dedicarsi a quest’ultimi, gli scartati dalle questioni di principio. Non con soluzioni preconfezionate, ma impegnandosi ad accompagnare ciascuno - qualunque sia il suo punto di partenza - nel suo cammino per imparare ad amare davvero. Che poi è ciò che chiamiamo famiglia.

Articoli Correlati

Papa Francesco a sacerdotiAssolvete chi ha abortito

Francesco autorizza tutti i sacerdoti ad assolvere donne, medici e chiunque sia coinvolto nell’aborto purché sia pentito di quel “grave peccato”

Francesco chiede paceparlando nella moschea di Baku

Un nuovo appello contro qualsiasi violenza in nome di Dio, lanciato insieme al Gran Mufti dei musulmani del Caucaso

Francesco in silenzionei campi di sterminio

Il Papa, visibilmente turbato, ha visitato i lager nazisti di Auschwitz e Birkenau