Roma-Lido e ritardi macchinista presa a calci

  • CAOS TRASPORTI

ROMA Per protestare contro i ritardi sulla Roma-Lido un italiano di 42 anni ieri pomeriggio ha preso a calci una macchinista alla stazione Ostiense, ottenendo il solo risultato di far saltare 4 corse tra le 16 e le 18.

L’uomo, in stato di ebbrezza, si è unito alle proteste di altri utenti per i ritardi sulla linea (secondo i viaggiatori i treni viaggiavano con una frequenza di 25 minuti), ma non si è limitato alle parole e ha aggredito una macchinista e un suo collega. La donna è stata presa a calci. Il responsabile, con piccoli precedenti penali, è stato bloccato dalla polizia ed è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio. I due dipendenti Atac, a cui l’azienda ha espresso tutta la sua solidarietà, sono stati visitati al pronto soccorso. La macchinista, che ha subito l’aggressione più violenta, non ha avuto gravi conseguenze. Ma è di pochi giorni fa un precedente: l’autista di un bus di linea costretto a fuggire dal mezzo, preso in ostaggio da due balordi nei pressi di piazza Bologna. E da settimane aggressioni e raid vandalici  sono al centro dell’attenzione, tanto che tra Atac e Questura è stato stilato un protocollo per la sicurezza di passeggeri e personale, specie sulle linee periferiche.

METRO

Articoli Correlati

Il treno perde una portaPaura e feriti a Piramide

Metro B, l’incidente con il convoglio in movimento. A Termini in mattinata un falso allarme incendio

Un venerdì neroper i trasporti

Lo sciopero generale fermerà autobus, treni, aerei e navi. I Sindacati di base: “Servono trasporti sicuri e funzionali”

Tpl, oltre allo scioperoil record di permessi

L’astensione dal lavoro dalle 8:30 alle 12:30, ma per il pomeriggio 26 macchinisti del metrò non erano disponibili