Cinque ingegneri e l’alveare high tech

  • wwworkers.it

Wwworkers è la community dei lavoratori della rete, dipendenti o imprenditori che operano con le nuove tecnologie e che si raccontano su wwworkers.it e su Metro

Hanno deciso di prendersi cura delle api, brevettando e mettendo in commercio un alveare super tecnologico. Così grazie a cinque ingegneri trentini con competenze trasversali - dall’ingegneria dell’informazione all’entomologia, passando per l’apicoltura - è possibile monitorare lo stato di salute degli api, entrando a distanza nelle arnie. “In fondo abbiamo portato Internet alle api”, dice scherzando Andrea Rossini, ingegnere 38enne che ha acceso la startup Melixa insieme ad altri quattro soci. Il loro è un sistema di monitoraggio intelligente per l’apicoltura, che permette un controllo dell’apiario ed è acquistabile da hobbisti, professionisti, centri di ricerca: il sistema misura il peso dell’arnia, il numero delle api che entra ed esce dall’apiario, le temperature interne ed esterne, la quantità di pioggia caduta. “E tutto può essere controllato direttamente online”, precisa Rossini. E così le api diventano termometri viventi dell’ecosistema nel quale vivono.

Giampaolo Colletti

@gpcolletti

 

Articoli Correlati

La birra dei monaci va in rete

Si tratta della birra Nursia, prodotta nel monastero di San Benedetto a Norcia

Con un clic la sartoria made in Italy

Due giovani imprenditori con in tasca una laurea in ingegneria e un master MBA hanno deciso di mettere la moda in rete

Startupper reinventa sedia a rotelle tecno

La vita di Paolo Badano, 47enne savonese, è cambiata grazie alla sua invenzione che gli ha consentito di rimettersi in gioco nonostante la disabilità