Roma Lido: "Il governo darà il suo contributo"

  • ROMA TPL

ROMA Il presidente della Regione Nicola Zingaretti ha parlato di una «svolta storica» imminente, per la linea ferroviaria che collega la città con i quartieri del litorale. E ieri il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti Graziano Delrio ha rilanciato: «Ci sono delle linee, come la Roma Lido, in cui il Ministero è pronto a giocare un ruolo e ad affiancarsi agli enti locali». Lo ha affermato a margine della presentazione dell’aggiornamento 2015 del contratto di servizio 2012-2016 tra il suo ministero e Rete Ferroviaria Italiana (del gruppo FS). «Ci vedremo presto con Zingaretti e con gli altri soggetti per fare il punto perché credo - ha aggiunto - che con Ferrovie possiamo trovare delle soluzioni non a lunghissimo termine».

L’obiettivo qui come altrove è quello «di avere un trasporto metropolitano adeguato. Siamo pronti a ragionare in tempi rapidi per cominciare da subito ad invertire una tendenza ed investire molto di più nella città di Roma».

La discussione tra Regione e governo, nella persona di Delrio, è prevista per martedì 16. Al centro del tavolo, il riconoscimento della Roma Lido come opera strategica, con i suoi 90 mila passeggeri trasportati ogni giorno (tra mille difficoltà). Da settimane la Regione è in contatto con la società francese Ratp e con altre aziende (come Ansaldo) intenzionate a gestire il servizio al posto di Atac. C’è una “conferenza dei servizi istruttoria” che sta vagliando le offerte sul campo, che devono rispondere al principio di pubblica utilità. Il ruolo del governo in questa fase è di investimento. Il ministero sembra disposto a finanziare il miglioramento della linea. Resta da capire quanto è disposto a mettere sul campo: i 300 milioni che per la Pisana sono necessari a rendere la ferrovia simile a una metropolitana per la frequenza delle corse, o gli 80 milioni indispensabili quantomeno a ripristinare il servizio in termini di sicurezza del materiale rotabile, puntualità e vivibilità delle stazioni.

PAOLO CHIRIATTI

Articoli Correlati

In tre anni pronti600 nuovi bus

Tpl: decisa una variazione di spesa di 159 milioni