Nuova Smart Cabrio Così è già estate

  • Auto

AUTO Seguendo l'esempio della versione precedente, anche la nuova scoperta adotta la soluzione del tetto in tela apribile con lunotto in vetro e montanti smontabili per offrire un’esperienza unica a cielo aperto e la massima flessibilità di utilizzo. La capote che è disponibile nelle colorazioni blu, rosso e nero, si apre in soli 12 secondi e può essere azionata a qualunque velocità e anche dal telecomando è in grado di offrire un'apertura totale di 1,8 metri quadrati. Rispetto alla versione coupé è stato modificato il design della cellula Tridion con un montante posteriore di nuovo disegno, speciali rinforzi e una barra superiore interna offrendo così una rigidità torsionale superiore del 15%. La nuova Smart Fortwo Cabrio offre di serie il Crosswind Assist, l'Hill Assist e potrà essere equipaggiata con il Forward Collision Warning e il Lane Keeping Assist, è disponibile nelle versioni benzina di 1000 cc da 71 CV e 900 cc turbo da 90 CV. Le due varianti che sono abbinate di serie al cambio automatico Twinamic a doppia frizione con comandi al volante, dichiarano un consumo medio di 4,3 l/100 km. La più potente 90 CV con cambio automatico ottiene i migliori risultati con 4,2 l/100 km e 97 g/km. La nuova Smart Cabrio è in vendita al prezzo di 17.640 euro la Fortwo 70 e a 18.810 euro la 90 Fortwo. Come già proposto sulla variante "normale" anche la Cabrio potrà essere dotata del nuovo Urban Style Package con assetto ribassato, cerchi in lega e finiture nere sui passaruota. E’ stata, inoltre, ampliata la gamma di accessori, mentre sono oltre 100 le diverse combinazioni cromatiche possibile per la Cabrio, tutte soluzioni che sono state riprese in parte dalla versione coupé.
CORRADO CANALI

Articoli Correlati

Ora la Tesla macinaBoom utili con la Model 3

Tesla, inversione di rotta si deve ai volumi di produzione e consegna

Seggiolini salva bebè,primo ok alla nuova norma

Prevede l'obbligo di dispositivi acustici sui seggiolini

Pirelli, numeri da urloRun flat è un must

Sono oltre 500 omologazioni di pneumatici scelti dai costruttori come primo equipaggiamento sui propri modelli