Pacifica, ecco l'ibrido che ridisegna i minivan

  • Minivan

AUTO Alla Chrysler di van se ne intendono. Non a caso dal 1984 ad oggi nelle cinque diverse generazioni disponibili sul mercato nel hanno vendute oltre 14,3 milioni di unità. Ora però era venuto il momento di cambiare “marcia” e il brand americano di FCA lo ha studiato nei minimi termini per tre lunghi anni fino al modello che ha debuttato in anteprima mondiale al Salone di Detroit e che porta al debutto anche il primo powertrain ibrido plug-in del Gruppo: il minivan Pacifica. Con un colpo di teatro forse un po’ azzardato, inoltre, è stata abbandonata la classica denominazione Town&Country, per lasciare spazio a quella della crossover proposta fino al 2007 da Chrysler, ma il progetto, come detto, è totalmente nuovo, grazie all'inedita piattaforma alleggerita di oltre 130 kg per restare sotto le due tonnellate e senza modificare sostanzialmente le dimensioni esterne. Il design della carrozzeria e degli interni è ispirato a quello della Chrysler 200 e nella plancia spicca, fra l’altro, il nuovo sistema d'infotainment UConnect, con schermo da 8,4 pollici anteriore e due altri display da 10 pollici nei poggiatesta ad uso dei passeggeri posteriori. 

Gli americani, i prima a poter disporre della Pacifica, la potranno scegliere sia nella classica versione equipaggiata col motore V6 Pentastar a benzina di 3600 cc da 287 CV, abbinato ad un cambio automatico a nove marce, sia nell'inedita fino ad oggi variante Hybrid: in questo caso il powertrain prevede lo stesso V6 Pentastar, ma in una variante a ciclo Atkinson e due motori due elettrici abbinati a batterie al litio da 16 kWh sistemate sotto la seconda fila di sedili. Il sistema ibrido sfrutta una nuova trasmissione, ribattezzata EVT progettata dal Gruppo FCA che consente anche al motore elettrico, normalmente utilizzato come generatore, di inviare coppia alle ruote.

Secondo le prime informazioni fornite a Detroit l'autonomia in modalità a emissioni zero potrà sfiorare i 50 km, con tempi di ricarica di circa due ore da una presa a 240 Volt, grazie allo sportello sistemato sul parafango anteriore sinistro. La Chrysler produrrà la nuova Pacifica nello stabilimento canadese del Gruppo a Windsor, in Ontario. Dal punto di vista delle dotazioni, la nuova Chrysler offre accessori di ultima generazione dedicati alla sicurezza, fra cui il sistema Surround View Camera, il Park Assist, l'Adaptive Cruise Control con funzione Stop and Hold, il Forward Collision Warning Plus, il Lane Departure Warning Plus e il Blind Spot Monitoring. Della lista degli optional fanno parte anche accessori come l'aspirapolvere integrato nel vano bagagli (Stow'n Vac) utile per rassettare il volume di carico, ma anche il tetto panoramico in tre sezioni. E ancora il movimento elettrico delle portiere scorrevoli e del portellone e l'Active Noise Cancellation (ANC) per la riduzione dei rumori nell'abitacolo.

C.CA.