Capelli a dieta dopo le feste

  • Capelli sani

SALUTE Feste archiviate, con il ritorno alla vita di sempre sono in tanti a correre ai ripari per rimediare agli stravizi alimentari a cui non si è riusciti a resistere. Con tutti rischi conseguenti per il benessere del nostro organismo a cui ci si è  sottoposti. E non solo per il peso che è aumentato. Oltre a dare un’occhiata alla bilancia sarebbe bene guardare alla salute dei capelli. Sí, perche anche la nostra capigliatura è influenzata, e non poco, dall’alimentazione. Soprattutto quando si è usciti dal tour de force di cenoni e i pranzi delle lunghe tavolate.
Secondo l’International Hair Research Foundation, infatti, quando si eccede con carboidrati, grassi e zuccheri, anche le chiome possono risentirne. Allora ecco qualche consiglio da parte del dottor Fabio Rinaldi, presidente dell’Ihrf. Partendo dall’antipasto: per nutrire i capelli bene iniziare con un po’ di frutta e verdura rigorosamente di stagione, per esempio con un il mix di finocchio e mandarino o arancia (sono ricchi di flavonoidi e per questo stimolano la funzionalità della rete vascolare bulbare), o rucola e melagrana, fonte di polifenoli che proteggono il follicolo. Per il primo sí un consommé vegetale a base di cavoli, broccoli, spinaci e pomodori (ortaggi ricchissimi di flavonoidi). Per il secondo, addio a carni grasse e dintorni, in favore di carne e pesce magri che contengono Taurina che rinforza il capello e stimola la pigmentazione e Ornitina che prolunga la vita delle chiome e riequilibra il contenuto idrolipidico della cute. E anche Niacina che dilata i vasi capillari, facilitando l’afflusso di sangue al cuoio capelluto, cosa indispensabile per avere sempre un’acconciatura sana.
E nel bicchiere? Per brindisi a tutta salute è consigliabile scegliere sempre il vino rosso, che contiene quei polifenoli preziosissimi in grado di proteggere il follicolo.

 

LUISA MOSELLO