Torna la Mehari ma sarà solo elettrica

AUTO Vi ricordate la mitica Mehari del 1968simbolo di libertà e spensieratezza? Quell’icona Citroen tornerà quest'anno, ma sarà solo elettrica. Si chiamerà, infatti, E-Mehari. La formula, però, è quella del passato, una “convertibile” a quattro posti divertente e sbarazzina. Il disegno delle porte richiama le onde della Mehari originale, il design rispecchia la moderna filosofia Citroen, coi gruppi ottici orizzontali su due livelli, così come le sinuosità del frontale. Carrozzeria con colori vivaci e ampie possibilità di personalizzazione. La capote rimovibile e impermeabile si chiude grazie a un sistema laterale a scomparsa, con vetrate trasparenti. I sedili posteriori sono ribaltabili, il telaio è rialzato per una perfetta guida anche in fuori strada. E ancora la carrozzeria è termoformata: il materiale plastico è anticorrosione, non richiede riverniciatura e resiste ai piccoli urti grazie alla sua elasticità. La tecnologia di propulsione è frutto della collaborazione con Bolloré: le batterie LMP che sta per Lythium Metal Polymer a secco promettono una velocità massima di 110 kmh e un’autonomia di ben 200 km. Si possono ricaricano in 8 ore collegandole a postazioni pubbliche a 16A o in 13 ore se si usano delle prese domestiche a 10Aa.

CORRADO CANALI

Articoli Correlati

La potenza di Gladiatoril pick-up di Jeep

Il modello, presentato a sorpresa a San Martino di Castrozza, non arriverà in Italia prima della fine del 2020

Per la gamma Seataggiornamenti in vista

Migliorìe tecnologiche o cambiamenti estetici per Tarraco, Ateca, Seat Arona, Ibiza, Leon

Maserati Levante Trofeo(e GTS) con il V8

La novità arriva anche sul mercato italiano dopo il debutto negli Usa