Mercedes Classe E Schermi, suoni stereo e eleganza

AUTO Immediatamente ci si rende conto di quanto siano cambiati gli interni rispetto all’attuale Mercedes E. E infatti, abbandonate le forme un po’ pesanti del modello di oggi, lo stile è dominato da linee più morbide ed eleganti, con due elementi che dominano su tutti vale a dire il lungo schermo a centro plancia che racchiude i due display ad alta risoluzione da 12,3” ciascuno con la strumentazione digitale, a sinistra, e il sistema multimediale, a destra e le quattro bocchette d'aria centrali. La plancia ha una andamento curvilineo che abbraccia il guidatore e il passeggero e si collega senza soluzione di continuità con i pannelli delle porte. Qui, l’attenzione per i materiali è evidente: legno, alluminio, carbonio per le versioni AMG rendono quasi preziosi gli interni. Tra gli altri, sono impiegati anche legni a pori aperti che richiamano quelli usati per gli yacht, con una moderna reinterpretazione degli intarsi e un tessuto metallico di nuova concezione. E poi c’è il grande schermo con i due display che è come sospeso sulla plancia: è un elemento che colpisce perchè dà un efficace tocco tecnologico all’insieme. 

E di tecnologia a bordo della Mercedes Classe E ce n’è tanta. I due schermi di 12,3” hanno un aspetto scenografico, e attraverso dei comandi al volante o con la manopola o il touchpad sulla consolle, si può cambiare la visualizzazione della strumentazione digitale, negli stili Classic, Sport e Progressive: il primo mostra i due strumenti circolari, nel secondo la colorazione giallo/rossa dà un tocco di sportività, il terzo dà maggiore spazio a informazioni relative alla dinamica di marcia, con al centro il contagiri.

Un’altra innovazione della nuova Mercedes Classe E è rappresentata dai pulsanti touch control integrati nelle razze del volante multifunzione: sono delle rotelle sensibili al tocco che reagiscono ai movimenti orizzontali e verticali delle dita. Con la rotella di sinistra si comanda lo schermo del cruscotto, con quella a destra il display centrale. Le abbiamo provate: la logica è molto intuitiva almeno per chi ha un po’ di confidenza con smartphone e tablet e la risposta immediata, senza alcuna distrazione mentre si è alla guida. L’illuminazione dell’abitacolo della nuova Mercedes Classe E è realizzata con luci a Led, anche per le luci soffuse disponibili a richiesta. Si può scegliere tra 64 colori, per personalizzare maggiormente l’abitacolo. L’illuminazione evidenzia gli inserti della plancia, il display centrale, lo scomparto anteriore sulla consolle centrale, gli incavi delle maniglie, le tasche delle porte, i vani piedi anteriori e posteriori, la plafoniera sul soffitto, gli elementi triangolari degli specchi e i tweeter se la vettura è dotata di impianto audio High-End 3D-Surround di Burmester®.

E a proposito di hi-fi l’esperienza offerta dal sofisticato impianto stereo 3D-Surround è davvero coinvolgente, grazie ai 23 altoparlanti collocati ovunque, anche nel soffitto, per una potenza complessiva dell’impianto di 1450 watt e alle configurazioni digitali del sistema.

CORRADO CANALI

Articoli Correlati

Mazda CX-3 modello 2018L'urban sport utility premium

Inedito il motore diesel Skyactiv da 1.800 cc e 115 CV

Nasce la Tarracogrande Suv di Seat

Il debutto della Casa spagnola nei Suv di grandi dimensioni: si completa la gamma

Il Kia Sportagesempre più Sportage

Stile aggiornato per il nuovo modello in vendita dal 15 settembre. Inedito CRDi Diesel 2000 cc da 185 cavalli AWD