Tassisti minacciano sciopero generale

  • Mobilità

ROMA Uber, ma non solo. Le rappresentanze sindacali dei tassisti, riunite a Roma, hanno deciso che a gennaio scenderanno in piazza per protestare contro l'operato del governo. «La pressione delle lobbies per lo sdoganamento dei servizi abusivi multinazionali - si legge nel documento firmato dalle sigle sindacali - l'iniquo taglio del rimborso delle accise sui carburanti e la posizione del Governo, che non difende il proprio servizio pubblico, ci ha fatto decidere che è ora di dire basta e che dobbiamo difenderci da soli». La data dello sciopero è ancora da definire, ma sarà nel mese di gennaio. Da oggi, intanto, scatta lo stato d'agitazione. «Siamo stufi di questa situazione - ha dichiarato Federico Rolando, del sindacato Uritaxi - ora contiamo di portare nelle vie di Roma oltre 40 mila taxi».

METRO

Articoli Correlati

Micromobilità, partela sperimentazione su strada

Ok alla sperimentazione su strada di monopattini elettrici, segway, monowheel e hoverboard

Janzen: sul Transpodviaggerete a mille all'ora

La nuova frontiera dei super treni veloci come aerei

I veicoli elettrici tiranoRaddoppio vendite in un anno

Nell’ultimo anno le vendite di veicoli elettrici sono raddoppiate: da 5.000 a 10.000