Anche il vignaiolo diventa social

  • WWWORKERS

Wwworkers è la community dei lavoratori della rete, dipendenti o imprenditori che operano con le nuove tecnologie e che si raccontano su wwworkers.it e su Metro

Dopo otto anni nel nord-Italia è tornato in Sicilia per fare il vignaiolo biodinamico. E per il 29enne Nicolò Grippaldi tutto ciò significa rapportare il lavoro nella sua vigna al calendario lunare, seguendo l’evolversi ciclico delle stagioni. Così nella sua Gagliano Castelferrato, quattromila anime in provincia di Enna, Nicolò oggi lavora la terra con preparati biodinamici a base di letame dinamizzato ed erbe officinali. “In piena luna discendente abbiamo iniziato a piantare il Nerello Mascalese, poi il Nero d’Avola e il Selvatico. Argilla, limo, sabbia, ferro, quarzo e silice consentono di avere una grande uva per un grande vino”, precisa Nicolò, che lavora restando connesso col mondo intero aggiornando i profili social: così fotografa la sua terra e la condivide su Instagram.com/ilbiodinamico. “Cerco di trasmettere cosa faccio e soprattutto la bellezza della natura”.

GIAMPAOLO COLLETTI
@gpcolletti