Il Suv della Tesla La “bomba” Model X

  • Auto novità

AUTO Si chiama Model X, il nuovo SUV elettrico della Tesla, il costruttore californiano di vetture di lusso a propulsione elettrica. Partiamo dall’autonomia di marcia, fissata in oltre 400 km con un pacco batterie da 90 KWh. Energia che deve alimentare i due motori, sistemati uno all’avantreno, l’altro dietro, con due diverse potenze: 259 CV davanti e 503 CV dietro, per un totale di 762 CV. La trazione è integrale e, nel caso si scelga l’optional Tow Package si possono trainare fino a 2.200 kg di rimorchio. Le prestazioni di Tesla Model X sono equivalenti a quelle di un'autentica sportiva: l’accelerazione da 0 a 100 kmh è completata in 4 secondi. Sarà sufficiente aggiungere il “pack” Ludicrous che costa 10 mila dollari in più e verranno tolti altri 6 decimi, scendendo a 3,4 secondi. La velocità massima, invece, è autolimitata a 250 kmh. Di originale, la nuova Model X ha le portiere posteriori che si aprono ad ali di gabbiano: sono incernierate sul tetto, appena dietro l’enorme parabrezza panoramico e richiedono appena 30 centimetri di spazio laterale. Per migliorare l’aerodinamica è previsto uno spoiler retrattile che fuoriesce alle velocità più elevate per convogliare i flussi e impedire un impatto negativo al vento della carrozzeria. Di serie c'è anche il portabici posteriore, così come il portellone motorizzato, le sospensioni intelligenti ad aria, la frenata d’emergenza e una garanzia di 8 anni su batterie e powertrain, con chilometraggio illimitato. Duplice scelta di cerchi in lega: si potranno avere da 20 o 22 pollici. Il prezzo di Tesla Model X, le cui consegne inizieranno all’inizio del 2016 sarà per i clienti USA da 132 mila dollari, senza considerare le agevolazioni e gli incentivi offerti. Salendo a bordo si scopre una configurazione su tre file di sedili per un totale di sette posti. Abbonda la pelle e l’Alcantara, impiegata per rivestire montanti e sedili. Per andare incontro ai gusti di un ampio pubblico, la plancia avrà finiture in legno con molteplici venature o in alternative in carbonio. Al centro dell’elegante console c’è l’enorme tablet con disposizione in verticale che racchiude tutte le principali funzionalità dell’infotaiment, a cui si aggiungono gli immancabili portabibite e un doppio bracciolo. La seconda fila di sedili ha una regolazione indipendente, una prerogativa riservata unicamente alle prime unità di Model X in consegna, le Signature Series, così come il sistema di pilota automatico, utile sia nelle manovre di parcheggio che nel cambio di corsia in marcia. Tra i vari pacchetti opzionali previsti, il “subzero” che comprende il volante riscaldato, così come gli ugelli lavavetro e i sedili posteriori, mentre le spazzole del parabrezza sono provviste di sbrinatore. Nel corso del 2016 è previsto il lancio sui principali mercati europei.

CORRADO CANALI

Articoli Correlati

La Volkswagen completal'offerta elettrica

Altro concept della famiglia ID, la Roomzz. In Europa, primo modello a fine anno

La Mercedes anticipail crossover GLB

L'attesa vettura compatta in mostra dal 18 al 25 aprile in Cina

La Skoda Scalaè già prenotabile

La sfida della Casa del gruppo VW: auto che nulla hanno da invidiare a quelle dei marchi più rinomati