Waters, la musica oltre conflitti e muri

  • Roger Waters

EVENTI. Per i fan dei Pink Floyd è un appuntamento da non perdere. Perché per soli tre giorni, 29-30 settembre e 1 ottobre, sarà proiettato al cinema Roger Waters: The Wall (info su www.nexodigital.it), il film sul tour sold out che il bassista e autore della band inglese ha portato in giro per il mondo.
Un concerto unico e spettacolare, un mix frastornante di emozione e tecnologia, con superbi effetti speciali e quel muro gigantesco che viene lentamente costruito sul palco. Il film, ovviamente, restituisce solo in parte quelle sensazioni e si sviluppa su più livelli: da una parte un “on the road” con Waters che fa i conti col passato e visita i luoghi dove sono sepolti nonno e padre, uccisi dalla follia della guerra; dall’altra l’esperienza travolgente del live. Il che permette anche ai non fan di capire meglio le dinamiche e il senso di un’opera complessa e impegnativa come The Wall, parabola sulla guerra, il senso di perdita, l’amore e la vita. Waters scava nel profondo della propria storia e racconta il dramma e l’assurdità d’ogni conflitto, scagliandosi contro autoritarismi e condizionamenti. Un messaggio potente e tristemente attuale, in questi tempi di nuovi “muri” e lotte.
E, poi, la musica. Una superband e canzoni storiche come Another Brick In The Wall e Comfortably Numb. Il tutto girato in 4K e mixato in Dolby Atmos, con suoni e immagini impeccabili. In chiusura un corto con un’intima (e ironica) conversazione tra Roger Waters e Nick Mason, batterista dei PF.

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati

Con Waterslo show è “no limits”

Roger, il fondatore e l’anima dei mitici Pink Floyd, sbarca al Circo Massimo per un evento unico