Creare abiti con le bucce d'arancia

  • WWWORKERS

Wwworkers è la community dei lavoratori della rete, dipendenti o imprenditori che operano con le nuove tecnologie e che si raccontano su wwworkers.it e su Metro

Una spremuta di innovazione quella di due startupper siciliane: creare abiti dalle bucce di arancia grazie alle nanotecnologie. Così un’impresa siciliana è salita sul podio del premio delle Nazioni Unite, vincitrice della competizione sulle realtà sostenibili "Ideas for change". Si tratta di Orange Fiber, creata da due giovani siciliane, la trentaseienne Adriana Santanocito e la ventottenne Enrica Arena. Passione per il tessile e amore per la Sicilia. «Abbiamo deciso di sviluppare filati vitaminici dagli agrumi, creando un tessuto che affianchi l'innovazione dei brand di moda», raccontano su Orangefiber.it. Tutto nasce dagli scarti degli agrumi. «Lo smaltimento dell’industria agrumicola è un tema sentito in regione, con oltre 700mila tonnellate di scarti all'anno».

GIAMPOALO COLLETTI
@gpcolletti