Ecobonus nell'edilizia tira aria di rinnovo nel 2016

  • Casa e Fisco

FISCO Il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, ieri all’Università di Bologna ha confermato l’intenzione del governo di prorogare anche per l’anno prossimo l’Ecobonus finalizzato al risparmio energetico, ossia quello che dà luogo alla detrazione del 65%. Ha anche annunciato altre novità per i prossimi giorni. Si vedrà con certezza con la Legge di Stabilità del prossimo ottobre, ma intanto si può già dire che si tratta di una buona notizia, di vitale interesse per chiunque abiti in un condominio e che progetti interventi importanti (vedi cappotto termico, ad esempio) per rendere l’edificio in cui vive meno “energivoro”. Diventa così sempre più verosimile (seguendo esplicite dichiarazioni di Delrio, ministro delle Infrastrutture) che venga prorogato anche il bonus legato alle ristrutturazioni, quello che vale “solo” lo sgravio del 50% dell’Irpef. Il tema dello svecchiamento dell’obsoleto patrimonio edilizio è sempre al centro dell’interesse generale. Solo pochi giorni fa, i costruttori edili dell’Ance confindustriale hanno proposto al governo, fiduciosi in un interessamento del premier Renzi, un pacchetto di misure: dalla stabilizzazione dei bonus a corposi sconti fiscali per chiunque acquisti edifici di classe A o B. Se guardiamo al presente o al recente passato, gli effetti benefici, “anticiclici”, in grado di ridare ossigeno a edilizia e occupazione sono evidenti. Nel 2014 le domande di lavori sono state 1 milione 680 mila, un record, per 28,5 miliardi di investimenti (con Iva). Nel 1° trimestre 2015, secondo gli studi del Cresme (Centro ricerche per l’Edilizia e il Territorio) c’è stata una flessione, seguita però nel 2° da una ripresa.

I vantaggi
Tra edilizia e indotto, secondo il Cresme, il bonus fiscale nel 2014 ha garantito 700 mila posti di lavoro.

La storia I bonus fiscali iniziarono nel ‘98 con Prodi. Con Letta furono potenziati al 50% e 65%. Se i bonus non fossero confermati, resterebbe comunque un bonus “base” del 36%.

METRO

Articoli Correlati

Enea, un vademecumper la domotica

Prontuario sintetico per districarsi tra le norme che consentono di fruire del bonus Irpef del 65%

Alte le tasse sulla casaPiù 30% rispetto al 2011

Cala il gettito per via dell'abolizione della Tasi sulla prima casa. Ma resta la “patrimoniale”

Bonus elettrodomesticiBasta lo scontrino fiscale

Però deve essere "parlante", dice una circolare dell'Agenzia delle Entrate