Autoimprenditorialità, nuovi incentivi per donne e giovani

  • Risorse/Nuovi incentivi

ROMA Entrerà in vigore il 20 settembre il regolamento attuativo per gli incentivi all'imprenditorialità, il regime di aiuto che sostiene la creazione di imprese nei settori della produzione dei beni e dei servizi alle imprese. 

La misura rientra nell'ambito del decreto legislativo n. 185-2000, che prevede due tipologie di incentivi, quelli in favore dell'autoimpiego, per cui le risorse sono esaurite dal 9 agosto, e quelli, per l'autoimprenditorialità.

Nel quadro degli aiuti la creazione di nuove imprese, il regolamento appena pubblicato e operativo dal prossimo 20 settembre riguarda il sostegno agli investimenti, di importo non superiore a 1,5 milioni di euro, per la produzione di beni nei settori dell'industria, dell'artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli, per la fornitura di servizi, per il commercio e il turismo e per le attività riconducibili anche a più settori rilevanti per lo sviluppo dell'imprenditorialità giovanile, riguardanti la filiera turistico-culturale o l'innovazione sociale. 

Gli incentivi, che si applicano all'intero territorio nazionale, finanziano la creazione di micro e piccole imprese competitive, in tutto o in buon parte costituite da donne o da giovani di età compresa tra i diciotto e i trentacinque anni, attraverso migliori condizioni per l'accesso al credito.

L'aiuto consiste infatti in finanziamenti agevolati a tasso zero, della durata massima di 8 anni e di importo non superiore al 75% della spesa ammissibile. 

I finanziamenti devono essere restituiti dall'impresa beneficiaria, senza interessi, secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti posticipate scadenti il 31 maggio e il 30 novembre di ogni anno. 

L'apertura dei termini e le modalità per la presentazione delle domande di aiuto saranno definite dal Ministero dello Sviluppo economico nelle prossime settimane. 

Alla scadenza del bando, le agevolazioni saranno concesse sulla base di una procedura valutativa con meccanismo a sportello, fino a esaurimento dei fondi disponibili. 

FASI.BIZ