Con l'estate sulle spalle rispuntano tutti i dolori

  • salute della schiena

SALUTE. Clima ballerino, giornate che si accorciano, rientri al lavoro stressanti. In poche parole: vacanze ormai alle spalle. O meglio, letteralmente sulle spalle. E non solo. L'autunno, pur essendo una stagione affascinante, spesso porta con sé un po’ di acciacchi. Perché se è vero che durante l'estate ci si è rilassati, si è fatto il pieno di sole e vitamina D, ora con l'arrivo delle prime piogge, dell'umidità e del calo delle temperature a risentirne sono articolazioni, ossa e legamenti interessati da nuovi in-carichi. C'è poi chi in villeggiatura si è dato allo sport improvvisato o alle partite di calcetto a oltranza, magari non avendo né allenamento né età... adeguati. Ecco allora l'affacciarsi di torcicollo, tendiniti, strappi o stiramenti muscolari. Insomma tutto quanto fa “doloretti” più o meno insopportabili visto che ora più che mai si ha bisogno di essere operativi e in forma per affrontare gli impegni del dopo ferie. E invece spesso tocca fare i conti con piccoli o grandi traumi soprattutto alla colonna vertebrale, la più traumatizzata dalle attività fisiche una tantum. Ecco allora la comparsa di torsioni che provocano la sofferenza delle radici nervose e dei dischi fra le vertrebre ovvero la sciatalgia o la contrattura cervicale, più nota con l'antipatico nome di torcicollo.  Oppure i problemi alla spalla, come contusioni o stiramenti che danneggiano la cosiddetta “cuffia dei rotatori” che si trova accanto all'omero e che se infiammata blocca la torsione del collo e impedisce i movimenti del braccio. E ancora la tendinite che interessa gomito e polso. Fra tutte la più ricorrente è l'epicondilite, chiamata anche malattia del tennista proprio perché colpisce spesso chi gioca a tennis. 
I rimedi? Prima di tutto il riposo e a seconda della gravità il ricorso agli antinfiammatori, alla laser terapia, alle infiltrazioni locali, agli ultrasuoni spesso utilizzati nella medicina del dolore e dello sport. 
Fra le strade terapeutiche più innovative la tecar-terapia che riattiva e stimola il sistema emo-linfatico potenziando gli effetti della terapia manuale e accelerando i naturali processi autoriparativi. 
LUISA MOSELLO

 

Articoli Correlati
salute della schiena

Lombalgia, dolori in corsoper un giovane su cinque

Tra le cause principali gli specialisti indicano il fitness senza controlli. Tra le nuove cure: le membrane amniotiche