Fs, un piano per la mobilità sostenibile

  • Trasporti

TRASPORTI. La mobilità urbana è il motore di sviluppo dell’economia di ogni Paese.  Accessibilità, mobilità ed esternalità sono quindi i  tre elementi chiave che determineranno, nel prossimo e ravvicinato futuro, la capacità dell’Italia di produrre valore. In questa direzione il Gruppo Fs Italiane ha illustrato, in occasione del convegno “Green Mobility for the European network of the metropolitan cities” all’Expo di Milano, il programma di interventi e le politiche italiane per lo sviluppo del sistema dell’Alta Velocità e del Trasporto Pubblico Locale. 

Un piano da 16 miliardi
Un piano di investimenti che ha un valore di 16 mld di euro e che mira ad integrare, in un unico disegno strategico, una chiara divisione di ruoli tra ferrovia, trasporto locale su gomma, reti urbane su ferro e servizi urbani su gomma. «Stiamo lavorando dai 3 ai 4 mila punti critici, dalle frane ai cedimenti alla velocità, alla pianificazione dell’orario e dell’offerta, fino alla scelta dei binari di sosta dei treni in stazione, in questo contesto», dichiara l’amministratore delegato di FS italiane Michele Elia, «le stazioni dovranno essere concepite come hub della mobilità urbana dove convivono in maniera compatibile e collaborativa più mezzi per raggiungere la città: area di sosta taxi, terminal bus, area di sosta car sharing,car rent e bike sharing con una sempre più attenzione alla sostenibilità e all’ambiente. A breve, inoltre, sarà disponibile un bancomat Trenitalia che faciliterà le operazioni online per tutti i trasporti e siamo riusciti a portare la percorrenza da 8 a 6 ore nella tratta Bari- Milano». Infine l’amministratore Elia ci tiene a precisare che nelle loro infrastrutture ci sono 130 mila imprese presenti con un risultato  di 5 miliardi di opere realizzate. Speriamo che si possa aprire al più presto una nuova fase di espansione della struttura ferrotranviaria in una Paese, come il nostro, in cui ambiente, cultura e turismo giocano un ruolo di “prima classe”.
DILETTA PIAZZA

 

Articoli Correlati

Tpl, un concorsoper il rispetto dei mezzi

Il rispetto dei mezzi pubblici di trasporto al centro di un concorso della Fit-Cisl

L’incubo dei pendolaritop ten “nera” e 26 incompiute

Il nuovo Rapporto Pendolaria di Legambiente, la ferrovia Roma-Lido si conferma sempre la peggiore d'Italia

E il “black cab” sbarca sulle rive della Senna

Il classico taxi nero londinese arriverà presto a Parigi. In versione ibrida