Censis: mobilità resta punto debole di Roma

  • Traffico

ROMA Una mobilità «densa e vischiosa». Il tallone d’Achille di Roma si conferma il traffico. «I problemi quotidiani della mobilità urbana - sottolinea il Censis nel secondo numero del diario “Roma verso il Giubileo” - penalizzano non solo la vita dei residenti, ma sono valutati sempre più criticamente da tutte le categorie di visitatori. Roma è l’unica Capitale europea in cui il servizio di trasporto pubblico non rappresenta la spina dorsale della mobilità cittadina». Il Censis segnala alcuni numeri: «Nell’ora di punta della mattina il trasporto pubblico assorbe appena il 28% della domanda di mobilità.

Il problema più sentito

La maggioranza dei romani (58%) ritiene che il principale fattore che manca alla Capitale per essere una città moderna è proprio un efficiente sistema di trasporto pubblico, questione anteposta persino alla vivacità economica e occupazionale o alla carenza di grandi attrezzature culturali. A Roma la concentrazione dei mezzi privati è impressionante: all’enorme parco circolante (2,5 milioni di veicoli, di cui 1,9 di automobili) corrisponde un tasso di motorizzazione elevatissimo (856 veicoli ogni 1.000 abitanti), sottolinea ancora il Censis, che non ha eguali tra le grandi Capitali europee. Di conseguenza, il tempo medio di spostamento di chi viaggia in auto a Roma nelle ore di punta del mattino si attesta sui 45 minuti.

Costo sociale elevatissimo

Un costo sociale elevatissimo stimato in 1,3 miliardi (quasi 500 euro a testa all’anno): non solo il tempo perso, l’inquinamento e il rumore, ma anche i 16.000 incidenti stradali annui, con 20.000 feriti e 150 vittime. Altre notazioni del Censis sul ritardo della “cura del ferro” utile ai pendolari, gli autobus lumaca (con velocità commerciale tra i 12 e i 15 km/h) e la bassa ciclabilità (1 km di pista ogni 11.000 abitanti). Tra le novità il boom del car sharing.

METRO

Articoli Correlati

Una mobilitàdigitale

Il traffico modifica il modo con cui i cittadini si spostano

Sono in Italia le stradepiù rumorose d’Europa

In tutte le grandi città livelli di decibel oltre i limiti di criticità fissati dall'Organizzazione mondiale della sanità

Il Tar annulla i rincariper le strisce blu a Roma

Dopo il no su Ztl e nidi,annullato l'adeguamento della tariffa a 1,50 euro. L'assessore Improta annuncia il ricorso