Contro i cyberbulli si potranno oscurare i siti

Cyberbullismo
  • Cyberbullismo

Roma. Il Senato dichiara guerra ai “cyberbulli” e lo fa con un disegno di legge approvato all’unanimità che dà alle vittime minorenni un’arma di difesa in più: la possibilità di ottenere dal gestore del sito internet l’oscuramento dei dati che lo riguardano, nel giro di poche ore.
Tra le novità, infatti, la possibilità data al ragazzo vittima (o il genitore o tutore) di chiedere al gestore del sito internet di oscurare o rimuovere i dati che lo riguardano. E se entro le 12 ore il gestore non dà conferma di aver provveduto alla richiesta ed entro le 48 ore non avviene la cancellazione, sempre la vittima potrà rivolgersi direttamente al Garante per la privacy. Che entro 48 ore dalla domanda deve intervenire.
Il cyberbullismo è  qualsiasi forma di pressione, aggressione, molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione, diffamazione, furto d’identità, trattamento illecito di dati personali, realizzata per via telematica. Ma è anche la diffusione di contenuti online finalizzata a isolare un minore o un gruppo di minori. La legge, che dovrà passare alla Camera, assegna anche 2 milioni di euro alla polizia postale.
STEFANIA DIVERTITO

Articoli Correlati

Bullismo e cyberbullismo,un nuovo libro per capire

Il cyberbullismo è qualcosa di più dell’evoluzione del bullismo. Ecco perché in un volume

«Sono i minori le predepiù ambite dei social network»

INtervista con lo psicoterapeuta Alberto Rossetti, coautore del libro “Nasci, cresci, posta”

Ora il bullismoviaggia sul web

Le molestie digitali hanno superato quelle dal vivo. Ricerca Censis-Polizia con interviste ai presidi: fenomeno grave, genitori minimizzano