Gran finale con Noseda e l’Orchestra del Teatro Regio

  • Gianandrea Noseda

TORINO. Ultime battute stasera, h20.30, al Teatro Regio per la Stagione de I Concerti 2014-15. Perché un grande concerto, diretto dal Maestro Gianandrea Noseda con l’Orchestra del Teatro Regio, sarà oggi l’ultimo appuntamento di stagione. In programma la Sinfonia in tre movimenti di Igor Stravinskij, capolavoro dalle ardite sperimentazioni timbriche e dai ritmi quasi cubisti, tanto da essere chiamata Sinfonia di guerra per i ritmi a volte così violenti che ricordano le coeve sinfonie composte da ?ostakovich, e la Sinfonia n.3 di Rachmaninoff, vera pietra miliare del compositore russo naturalizzato statunitense e brano profondamente legato al mondo del cinema. Ma, a completare il programma, sarà un’attesa prima esecuzione mondiale, un brano appositamente commissionato dal Regio: il Concerto per violoncello e orchestra di Carlo Boccadoro. In questa esecuzione il solista sarà il celebre violoncellista Enrico Dindo. Il mio «Concerto per violoncello – ha confessato lo stesso Boccadoro è musica pura. Insomma, non a programma, dove sia il pezzo sia l’orchestra sono di grandi dimensioni. Il violoncello è impegnato dalla prima all’ultima battuta e la fatica maggiore, per me, è stata calibrare i pesi sonori, perché la voce del solista e i colori strumentali risultassero sempre chiari e riconoscibili. Nel comporre ho tenuto ben presente il suo approccio allo strumento, destinando ampi spazi di cantabilità a un violoncello che, su questo terreno, teme pochissimi rivali al mondo» (Info:  011 8815557).

 

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati
Gianandrea Noseda

Alfredo Casella, omaggio all’artista internazionale

Fino al 24 aprile, un festival intitolato al musicistacon incontri, concerti, spettacoli e tanto altro