Negozi e ristoranti più posti di lavoro

  • Occupazione

TORINO Dopo due anni di crisi  comincia di nuovo a salire l’occupazione, almeno nel settore del commercio e della ristorazione. È quanto emerge dai dati dell’indagine sul primo trimestre 2015 realizzata tra gli associati dell’Ascom. Il quadro appare positivo, anche se è ancora presto per parlare di ripresa. Il numero delle assunzioni supera per la prima volta quello delle cessazioni dei rapporti di lavoro con un saldo positivo del 3%. E, nel 70% dei casi si tratta di nuovi contratti a tempo indeterminato.

«I nuovi contratti a tempo indeterminato - sottolinea l’Ascom - hanno usufruito degli sgravi fiscali della Legge di Stabilità». Ma le buone notizie per chi vuole aprire un negozio o un bar non finiscono qui. Stando alle ricerca nel primo trimestre 2015 sono aumentate anche le erogazioni di credito che passano dal 5% (primo trimestre 2014) al 34%. Restano al palo però i prestiti bancari, fermi al 33%.

REBECCA ANVERSA

Articoli Correlati

Scompare il posto fissoanche se sale l'occupazione

Gli ultimi dati registrano un incremento sensibile dei posti di lavoro, ma si tratta di contatti a termine e a chiamata

Neet, Italia al top per i giovani inerti

Record europeo per giovani trai15 e i 24 anni che non studiano né lavorano e nemmeno cercano un impiego

Formazione e carriereda oggi a portata di un click

Presentata la nuova piattaforma per l'occupazione e lo sviluppo