Pensionati, più acquisti per la prima e la seconda casa

  • Mercato immobiliare

ROMA Nel secondo semestre del 2014 l’11,3% degli acquisti immobiliari è stato effettuato da soggetti in pensione. A renderlo noto una ricerca stilata da Tecnocasa che rileva alcuni dati fondamentali per il mercato. 

I pensionati nel 63,7% dei casi hanno comprato l’abitazione principale, nel 23,2% dei casi hanno comprato per investimenti e, infine, il 13,1% degli acquisti ha riguardato la casa vacanza.
 Rispetto ad un anno fa (II semestre del 2013) diminuisce quindi, secondo il rapporto di Tecnocasa, la percentuale di acquisti per investimento (-4,5%) mentre aumentano quelle relative alle case vacanza e alle abitazioni principali (rispettivamente +3,3% e +1,2%).

Restando su questo target di acquirenti si è constatato che solo il 16,5% degli acquisti è stato effettuato con l’ausilio di un mutuo, mentre l’83,5% della compravendite è avvenuto senza l’intervento da parte di istituti di credito. 

Le richieste dei pensionati si sono concentrate maggiormente sui trilocali (36,2%), seguiti dai bilocali (25,9%) e dai quattro locali (13,9%); ville, villette, case indipendenti e semindipendenti compongono insieme il 13,7% degli acquisti. 

Spostando l’attenzione sui venditori risulta che un terzo di coloro che hanno venduto casa nel secondo semestre del 2014 è un soggetto in pensione (33,5%). 
Il 47,6%  dei pensionati ha venduto per reperire liquidità, il 35,9% per migliorare la qualità abitativa ed il 16,5% per trasferirsi in un altro quartiere o in un’altra città.

METRO

Articoli Correlati
Mercato immobiliare

I tagli grandi tornano in vetta alle richieste

Secondo Tecnocasa, i primi mesi dell’anno hanno visto un deciso ritorno all’acquisto. Si assottiglia l’offerta sulle tipologie di qualità
Mercato immobiliare

Si compra e si vende casasenza badare all'A.P.E.

L'attestato di prestazione energetica influenza ancora troppo poco le compravendite immobiliari
Mercato immobiliare

Stipendi, meno annualitàper comprare casa

Dal 2005 al 2015 una caduta verticale. Lo studio Tecnocasa