Col nuovo software BikeMi va ko

  • Bike sharing

MOBILITA' Se il Salone e Fuori Salone dovevano essere la prova generale di Expo anche in tema di mobilità, il BikeMi l’esame non l’ha passato. Da 7 giorni, infatti, il servizio di bike sharing presenta dei problemi. Il più preoccupante è che da giovedì non è possibile abbonarsi via smarphone. Una tegola, considerate le migliaia di stranieri che si sono riversati a Milano ai quali è stato detto che avrebbero potuto ottenere un abbonamento via mobile. Anche il sito di BikiMi ha avuto debacle intermittenti, mentre tre stazioni (su 201) per alcuni giorni non hanno rilasciato le bici. A causare i disservizi, la migrazione al nuovo software effettuata da Clear Channel – la società che gestisce il sistema – giovedì 9 aprile, un cambio necessario per gestire anche le bici elettriche in arrivo per Expo. «Non ci aspettavamo questi problemi, qualche ritardo sì, ma non 7 giorni di disagi», spiega Sergio Verrecchia di Clear Channel, «i disservizi dipendono  dalla difficoltà di gestione di un doppio sistema – a pedale ed elettrico – e anche da alcuni attacchi hacker che abbiamo subito». «Comunque, conclude, «contiamo per stasera (ieri, ndr) o domani mattina (oggi, ndr) di avere il sistema funzionante al 100%». Intanto, per i disservizi patiti, Società e Comune hanno concesso un bonus di 5 giorni a tutti gli abbonati.

ANDREA SPARACIARI

Articoli Correlati

Moovit cresce ancoraTutto il bike sharing in un click

La app per la mobilità implementa il servizio integrando tutti i sistemi di biciclette condivise del globo