Mytaxi in audizione presso l'Authority dei Trasporti

  • Trasporti

MILANO Sbarcherà a Milano subito dopo le feste di Pasqua, in vista dell'Expo,  l'applicazione per i tassisti Mytaxi, che consentirà agli utenti di prenotare e pagare on line dal cellulare  il proprio taxi. Ieri mattina Barbara Covili, General Manager di mytaxi Italia, è stata ascoltata in audizione presso l’Autorità Nazionale di Regolazione dei Trasporti, che sta lavorando a una proposta di legge per regolamentare il settore del trasporto non di linea, soprattutto dopo i disordini provocati dall'arrivo di Uber Pop, in cui qualunque cittadino poteva improvvisarsi tassista, senza avere gli obblighi della categoria. Servizio che tra l'altro al momento in Italia è fuorilegge, mentre è ammesso quello dei cosiddetti Ncc, noleggio cn conducente.  Secondo alcune indiscrezioni di stampa, il governo starebbe pensando di abrogare ad esempio l'obbligo per le auto Ncc  di ricevere prenotazioni solo presso l'autorimessa e anche di abrogare l'obbligo di avere una rimessa nel comune in cui le auto operano. Una vera deregolamentazione che non piace a Mytaxi: «Non c'è alcun bisogno di deregolamentare il settore. Ciò andrebbe a tutto svantaggio degli utenti, che non sarebbero più tutelati. Nel nostro caso innovazione e sicurezza si sposano con  regole certe, non con una liberalizzazione selvaggia».   

VALERIA BOBBI

Articoli Correlati

Tpl, un concorsoper il rispetto dei mezzi

Il rispetto dei mezzi pubblici di trasporto al centro di un concorso della Fit-Cisl

L’incubo dei pendolaritop ten “nera” e 26 incompiute

Il nuovo Rapporto Pendolaria di Legambiente, la ferrovia Roma-Lido si conferma sempre la peggiore d'Italia

E il “black cab” sbarca sulle rive della Senna

Il classico taxi nero londinese arriverà presto a Parigi. In versione ibrida