Milano lancia il Pums Periferie più servite

  • Milano/Mobilità

MILANO Si chiama Pums (piano urbano della mobilità sostenibile) ed è destinato a ridisegnare la mobilità di Milano nei prossimi 10 anni.   Frutto di un confronto con la città e redatto sotto la supervisione di un comitato scientifico, è stato presentato venerdì in Giunta. Spiega l’assessore Pierfrancesco Maran: «Oggi Milano è già un punto di riferimento a livello internazionale per le politiche di mobilità, ma la nascita della Città metropolitana ha ridefinito i confini comunali, rendendo indispensabile una rimodulazione dei servizi in base alle reali esigenze di chi ogni giorno vive e transita a Milano. Il Piano va proprio in questa direzione, aumentando i servizi nelle periferie e verso la Città metropolitana».  Il Piano, ha assicurato Maran, non è una scatola chiusa, ma può essere ancora arricchito grazie al contributo che le associazioni di categoria, comitati, cittadini e consiglieri comunali vorranno apportare nei prossimi 60 giorni. 
A livello di trasporto urbano, il piano prevede il potenziamento della rete con il prolungamento di alcune le linee metropolitane oltre i confini comunali , in particolare: la M2 da Cologno Nord a Brugherio e da Assago a Rozzano, la M3 da San Donato a San Donato est, la M5 da San Siro a Settimo e la M4 da San Cristoforo a Corsico – Buccinasco. La piena attuazione del Pums avrà come effetti positivi la riduzione del 25% del traffico nelle zone a velocità moderata, l’aumento della velocità del trasporto pubblico del 17%, il decremento della congestione da traffico dell’11% e la riduzione delle emissioni di gas climateranti del 27%. Inoltre il Pums porterà un aumento della popolazione con buona accessibilità al trasporto pubblico del 142%. METRO/(FOTO: "Bike share" di jcrakow - Flickr as Bike share)

Articoli Correlati
Milano/Mobilità

Trasporti, piano sicurezzae due nuovi scioperi

Mentre la Polizia Locale e Atm siglano il patto sulla security, i pendolari se la vedranno con due nuovi stop
Milano/Mobilità

Spinebike: più pedalipiù guadagni

È la formula della società di urban mobility che trasforma ogni chilometro fatto dalle sue bici elettriche in moneta virtuale da spendere
Milano/Mobilità

Car sharing: conti in rosso per 27 milioni

Per il periodico "Quattroruote" ogni anno gli operatori perderebbero 4700 euro a veicolo