Formazione e carriere da oggi a portata di un click

  • Occupazione

ROMA Da oggi, in tempo reale, qualsiasi cittadino, impresa, istituzione  pubblica, potrà navigare online sulla nuova piattaforma per l'occupazione e lo sviluppo, creata con il sostegno del Ministero del Lavoro, da Isfol e Istat e presentata presso il Consiglio Nazionale dell' Economia e del Lavoro, con  vari esperti del settore.
“Il Sistema Informativo sulle Professioni” così si chiama questo nuovo strumento in grado di raccogliere un insieme aggiornato di informazioni qualitative e dati statistici utili a definire politiche del lavoro e della formazione nonché a scegliere percorsi professionali, di aggiornamento e di sviluppo di carriera.
Attraverso 800 unità professionali, rappresentative dell’intero panorama del mercato del lavoro, è infatti possibile navigare attraverso la Classificazione delle professioni e ottenere informazioni e dati relativi a stock di occupati, caratteristiche delle professioni, fabbisogni professionali, previsioni di assunzione a breve e a medio termine, incidentalità, incrocio domanda/offerta di lavoro, offerta di formazione professionale e mercato del lavoro locale (a livello regionale), iscritti agli Ordini professionali.
«Abbiamo in mano un prototipo multifunzionale con alto potenziale, uno strumento formidabile di orientamento vero e non di marketing scolastico, universitario. Anche l'Ocse ha manifestato il suo interesse e sostegno al progetto, certamente ci sarà bisogno di dare sistematicità a questo prodotto, di industrializzarlo ma sopratutto far sì che le Regioni, le Agenzie del Lavoro e gli Enti Previdenziali possano interagire attivamente con tutta la loro ricchezza a favore dei singoli cittadini.” Sono queste le parole con le quali il Presidente dell' Isfol, Antonio Varesi, ha voluto informare la ricca platea.
L’utente puòscegliere di entrare nel Sistema attraverso la porta del sito Isfol (professionioccupazione.isfol.it), cominciando ad acquisire, per la professione scelta, le informazioni che riguardano i fabbisogni professionali e molto altro.
Hanno chiuso i lavori le parole del Sottosegretario del Ministero del Lavoro, Luigi Bobba “ da un lato possiamo apprezzare questo lavoro, dall'altro riconoscere il ritardo in cui siamo arrivati, rispetto agli altri Paesi. Sostenuto dalla speranza che non rimanga uno sforzo pregevole volontaristico, oggi dico che sarò il primo ad inserirmi con fiducia all'interno dell'anello del sistema”
Attualmente gli attori che partecipano al Sistema Informativo sulle Professioni e che producono informazioni sono: Isfol, Istat, Ministero del Lavoro, Unioncamere, Inail, Regione Veneto, Regione Liguria, Albo professionale Agrotecnici, Miur, Inps e Enpam.

DILETTA PIAZZA

 

Articoli Correlati

La disoccupazione scendesotto il dieci per cento

È la prima volta dal 2012. Segnali positivi ma pesano gli inattivi e i contratti a termine

Scompare il posto fissoanche se sale l'occupazione

Gli ultimi dati registrano un incremento sensibile dei posti di lavoro, ma si tratta di contatti a termine e a chiamata

Neet, Italia al top per i giovani inerti

Record europeo per giovani trai15 e i 24 anni che non studiano né lavorano e nemmeno cercano un impiego