Dodici mesi di letture consigliate con un tweet

  • Social network

E chi l’ha detto che la lettura è una cosa da fare in solitudine? «Questo progetto è nato da una semplice idea: i lettori, una volta on line, vogliono condividere la propria passione della lettura». Lo spiega così, il giornalista 34 enne Francesco Musolino l’incredibile successo di  @Stoleggendo. il progetto di lettura noprofit nato da una sua idea il 24 febbraio 2014  su Twitter che sta per compiere un anno dopo aver superato i 10.000 follower. Il suo segreto? Un invito alla lettura tramite un social network declinato in un modo molto speciale: si sono infatti alternati 123 “readerguest” ovvero lettori ospiti: scrittori, librai, giornalisti ed editor di fama nazionale che hanno accettato di gestire personalmente l’account mettendo tutta la loro passione nel consigliare un libro, nel dare spunti e suggerimenti di lettura. Un anno che ha visto la partecipazione di @Stoleggendo, tra gli altri, a festival come BookCity2014 per un’esperienza che presto sarà raccontata in un e-book raccogliendo anche riflessioni e contributi degli “ospiti”.  
Si dice che in Italia non si legga più. Invece voi siete arrivati a 10.000 followers su Twitter, tra l’altro in crescita esponenziale…
La novità del progetto è l’essere fondato sulla figura dei #readerguest che, un tweet alla volta,  consigliano i libri che amano rivolgendosi direttamente ai followers, ai lettori. Senza alcun grado di separazione.

Quanto è importante che cambino così velocemente?
La rotazione è fondamentale affinché la “voce” del progetto sia sempre vivace, diversa nei toni come nei contenuti. Ciascuno è libero di twittare come, quando e quanto desidera, sempre in totale libertà, lontano da logiche commerciali, puntando sempre sulla qualità, non sulla quantità dei tweet.

Ognuno crea un hashtag e molti sono diventati dei trend… Anche all’estero. Quali i più curiosi?
In questi dodici mesi si sono avvicendati parecchi hashtag fulminanti come #libririletti, #ricominciamoaleggere, #AnnainLa, #capolavorifuturi, #indovinalaquarta e ovviamente #libriesesso.

Una cosa divertente successa quest’anno?
Dagli States abbiamo avuto i consigli di lettura del romanziere Glenn Cooper e dal Giappone quelli delle scrittrici Francesca Scotti e Laura Imai Messina. Era davvero divertente trovare notifiche in piena notte che provenivano dall’Oriente. E lo scrittore Jón Kalman    Stefansson ha twittato per un intero giorno in islandese sulla propria passione per Dante…

 

ANTONELLA FIORI

Articoli Correlati

Isoardi, selfie e addioFinita la storia con Salvini

Elisa Isoardi ha postato un selfie che la ritrae nel letto con Matteo Salvini

Falla dentro Google+Rischio dati per 500mila utenti

Il WSJ: la società non lo ha reso noto temendo un danno di immagine

Anche Facebook adessomonitora il tempo online

Un report giornaliero elenca notifiche, attività, tempo trascorso in rete