Un St. Valentine’s Day per tutti i gusti

  • Alessia Chinellato

San Valentino alle porte, giorno in cui l’amore pare diventare il sistema nervoso del mondo. Tutti in attesa di ricevere un fiore, elemosinare una cena, un cadeaux, un whatsapp, un “mi piace” sul social di turno. Se però siete single e non ce la fate a stare soli, potete chiudervi in casa, spegnere qualsiasi luce e dispositivo udibile ed eclissarvi, facendo poi sfoggio – il giorno seguente – di ampie occhiaie, reduci da una serata che definirete “bellicosa”. O provare, in queste ore, a trovare un’anima pia con la quale accompagnarvi per un aperitivo o una cena. Niente di più facile: smartphone alla mano potete iscrivervi su Meetic, che si propone come la più grande comunità dove far amicizia, frequentare corsi ed eventi, scoprendo tutto sulle persone che si sono iscritte come voi. O Flirtmaps, che vi geolocalizza, accorcia le distanze, perché è inutile agganciare qualcuno che sta a Verona se si è a Roma. Si possono fare dei regalini virtuali, opacizzando il sorriso triste che il lungo periodo di singletudine vi ha tatuato sul viso. Che importa se siete donne, abituate al rito ameno dell’uomo che fa il primo passo. Buttatevi!

Zoosk, utilizzato da qualcosa come  27 milioni di single (o presunti tali) nel mondo, con approcci personalizzati, per incontrare persone speciali. O Twoo e Badoo -che sono uno la copia dell’altro- e permettono di caricare molte foto, specchietto per le allodole, ma anche per i tordi. Hanno profili personalizzabili e consentono di chattare on line, geolocalizzano (volendo) accorciando le distanze per eventuali flirts. Lovoo – previa registrazione attraverso Fb – permette, con la funzione radar, di intercettare possibili prede sconosciute e organizzare appuntamenti al buio. Niente di meglio se credete nel destino. Se poi la prendete con filosofia, ricordatevi che dal 12 febbraio sarà già nelle sale “Cinquanta sfumature di grigio”: un modo per cogliere qualche spunto casomai doveste concretizzare una conoscenza fatta on line.

 

ALESSIA CHINELLATO
giornalista

Articoli Correlati
Alessia Chinellato

Le App estiveper stare meglio

Basta uno smartphone: what else?
Alessia Chinellato

Quando l’hi-techti salva la vita

L'opinione di Alessia Chinellato
Alessia Chinellato

Blue WhaleGironi virtuali mortali

L'opinione di Alessia Chinellato