Ingegner Tsipras smaltisca la sbornia

Maurizio Guandalini
  • Maurizio Guandalini

L’ingegner Tsipras, benestante e radical chic, ci  può convincere se non farà il ganassa, lo sbruffone alla “ghe pensi mi”. Fare una alleanza di governo contro l'austerità è populismo d'accatto. Chi non ci sta contro l'austerità? Il punto sono le soluzioni. Come pensa di far funzionare la Grecia se le casse sono vuote? Come farà onorare i debiti (tra cui 40 miliardi con l'Italia)? Come pagherà stipendi e pensioni? D'accordo suonare la fanfara contro l'Europa cattiva ma poi devi fare lobby, alleanze e relazioni con altri paesi per cambiare il corso degli eventi. In democrazia non conosciamo altre vie. A meno che il leader della sinistra ellenica pensi di uscire dall'euro, visto che ha stretto una alleanza con la destra no-moneta europea: auspichiamo che Tsipras smaltisca la sbornia post elettorale e non si avventuri in un percorso catastrofico per la Grecia, contrario agli stessi orientamenti dei cittadini che – l'80% - chiedono la trattativa con l'Europa. Il programma di Syriza è buono. Tsipras deve cogliere l'attimo e giocare la sua partita in Europa. Al di là dell'Adriatico c'è l'Italia e un leader, Renzi, che contro l'austerità ha fatto il suo programma politico portando il Pd, alle elezioni europee, al 41%. Se si costruisce un fronte insieme, coinvolgendo la Francia, la Spagna, la Gran Bretagna, l'Europa in salsa Merkel-Juncker dovrà fare a meno dei diktat. Non deve essere però la compagnia di don Chisciotte e Sancho Panza, il gruppo degli svogliati che non fanno i compiti e vogliono un bel 10 in pagella.

MAURIZIO GUANDALINI
Girnalista ed economista

Articoli Correlati
Maurizio Guandalini

La rinfrescataalla memoria

L'opinione di Maurizio Guandalini
Maurizio Guandalini

Il vigore di Bruxellessul copyright

L'opinione di Maurizio Guandalini
Maurizio Guandalini

Per crescere non servechiudersi a riccio

L'opinione di Maurizio Guandalini