Bonus bebè e voucher nidi Il 2015 per le famiglie

  • FAMIGLIE

FAMIGLIA. Bonus bebè e voucher maternità. Il 2015 si apre con due novità importanti sul piano degli aiuti alle famiglie.  Con la nuova legge di Stabilità  è entrata in vigore la nuova misura previdenziale del cosiddetto bonus bebè a tutela delle neo-mamme. Nel frattempo, è stato anche annunciato l'avvio da parte dell'Inps della procedura telematica per la richiesta del “voucher maternità” per le neo-mamme che rientrano al lavoro.  

Il bonus bebè
Si tratta di un contributo economico mensile erogato ai genitori  (anche che hanno la cittadinanza di uno Stato Ue e risiedono in Italia o che  hanno cittadinanza extracomunitaria e hanno un regolare permesso di soggiorno in Italia) di figli nati (o adottati) nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017. Il contributo mensile verrà erogato ai soggetti spettanti per un periodo di 3 anni e per un importo di 80 euro, quindi 960 euro l'anno.

Requisiti
I requisiti per fare domanda per il bonus bebè 2015  prevedono un Isee massimo di 25 mila euro e  un figlio nato nel periodo  indicato. La misura non è applicabile oltre il quinto figlio. Nel caso in cui l'Isee sia inferiore a 7.000 euro annui, il contributo erogato per il bonus bebè 2015 ammonterà alla cifra di 160 euro mensili.

Voucher baby sitting 
Per quanto riguarda il  voucher maternità, si tratta di un contributo per le mamme lavoratrici che rinunciano alla maternità facoltativa. L'importo previsto dal voucher è di 600 euro mensili (300 per le donne iscritte alla gestione separata) fino a 6 mesi ed è subordinato alla rinuncia al congedo parentale e all'iscrizione all'asilo nido o al pagamento di una baby sitter, requisiti essenziali per l'ottenimento del voucher di maternità 2015, che sarà erogabile anche alle lavoratrici statali. La domanda deve essere effettuata entro 11 mesi dalla fine della maternità. 
 

A chi rivolgersi
Sia per l'ottenimento del bonus bebè 2015 che per il voucher maternità l'istituto di riferimento è l'Inps, al quale sarà necessario rivolgeri o attraverso sindacati, associazioni di categoria e patronati oppure telematicamente, collegandosi al sito dell'Inps (www.inps.it).
 

Le domande
Le domande, sia per il bonus bebè che per il voucher “maternità” devono essere presentata all’Inps. La procedura Le  domande devono essere presentate in modo esclusivo attraverso il sito web istituzionale dell'Inps (www.inps.it), accedendo direttamente tramite PIN “dispositivo” (circolare n. 50 del 5/03/2011), ovvero tramite patronato. Sarà l'Inps a valutare i requisiti.

METRO

 

Articoli Correlati

Per Natale spese utili e regali da tenere in famiglia

Secondo Coldiretti il budget di quest’anno è di 614 euro a nucleo familiare. Aumenta il budget destinato all’alimentare, in calo i viaggi

Adolescenti italiania caccia di famiglia

Indagine di Paidòss: il primo valore è la sicurezza di un nucleo familiare. Per il 12% mancano figure davvero di riferimento

Vita breve per i matrimonianche a causa delle chat

L’associazione Familylegal: nella sola Milano aumentano del 35% i divorzi a causa dei tradimenti sulle chat. Non solo i giovanissimi