Al Salone di Detroit il Biscione sul trono

  • Fiere auto

AUTO Dopo le auto futuribili esposte al Ces di Las Vegas, quelle che, invece, debutteranno nei prossimi mesi nelle concessionarie di tutto il mondo, anticipate dalla prima rassegna dell’automobile dell’anno, cioè il North American International Auto Show di Detroit. Numerose le novità annunciate, molte delle quali riservate al mercato USA, ma alcune destinate anche alla “vecchia” Europa. Grande novità, innanzitutto, da Audi che fa debuttare a Detroit la nuova Q7, più leggera e agile della precedente, visto che pesa ben 325 kg meno del modello che va a sostituire. Senza contare che sarà dotata di un’inedita motorizzazione ibrido plug-in più diesel. Oltre a disporre dell'inedita estetica della gamma SUV di Audi, la nuova Q7 è dotata di un pacchetto di soluzioni hi-tech in parte anticipate al Ces di Las Vegas.

Da Audi a BMW che risponde ai “cugini” con la rinnovata famiglia della Serie 6, nelle versioni coupé, cabriolet e gran coupé, affiancata dalla variante più sportiva, la M6. Nuove colorazioni metallizzate da poter combinare alle varianti bicolore degli interni in pelle, mentre il restyling esterno si è limitato agli specchietti retrovisori, ai paraurti, alla mascherina e ai gruppi ottici, oltre a nuovi disegni per i cerchi di lega e i terminali di scarico. Mini, l’altro marchio del Gruppo di Monaco presenta, invece, a Detroit la variante più sportiva della sua storia, la John Cooper Works equipaggiata con un motore a quattro cilindri di 2000 cc turbo a benzina da 231 CV e 320 Nm che supera di 20 CV la potenza del 1600 cc montato sulla JCW della serie precedente.

L’altro brand “premium” tedesco, Mercedes, infine, ha preparato per Detroit non una, ma ben tre novità mondiali. Innanzitutto la nuova CLA Shooting Brake, la quinta variante della famiglia di Mercedes compatte a trazione anteriore, che ora propone un'intrigante “sport wagon”. L'altezza ridotta, la stile slanciato da coupé, la parte superiore piatta e la linea di cintura alta e allungata sono tratti distintivi della Shooting Brake della CLA che non sarà disponibile negli USA, offrirà al lancio due motorizzazioni turbodiesel, tre a benzina e con la trazione integrale 4MATIC, oltre che nella variante 45 AMG col 2000 turbo a benzina da 360 CV, la seconda della novità mondiali. La terza è, invece, la GLE Coupé il nuovo e mega Suv-crossover di Mercedes che si candida a primo oltre che a più serio concorrente della BMW X6. Al lancio GLE Coupé sarà disponibile con motori diesel e benzina capaci di erogare potenze comprese tra 258 e 367 CV.

Due novità a Detroit anche per i marchi di lusso dei marchi giapponesi: l’Infiniti Q60 per ora una concept per Nissan e la Lexus GS F con sotto al cofano un potente V8 di 5000 cc da 473 CV per Toyota. Per gli americani, invece, un’importante novità: Chevrolet espone a Detroit dopo averla anticipata in parte anche al Ces di Las Vegas la nuova Volt, rinnovata nello stile, nella tecnica e nell’autonomia: fino a 80 chilometri.

Infine Volvo lancia prima in USA, ma poi anche in Europa l'ennesima Cross Country: è la S60 CC, una berlina “vestita” da fuoristrada. Ma la vera “chicca” esposta a Detroit e per ora riservata al mercato USA, è l'Alfa Romeo 4C Spider che per l'Europa debutterà al Salone di Ginevra a metà marzo.

CORRADO CANALI

Articoli Correlati

Bologna è tornatacapitale dell'auto

Il Motor Show? Nove giorni di kermesse, dal 3 all'11 dicembre. Orari e prezzi dei biglietti

Al Salone di Ginevragrandi numeri contro la crisi

Aria di ripresa, dal 5 al 15 marzo. La “festa” per TAG Heurer-McLaren