Proposal e Buyer i profili più ricercati

  • Cacciatori di teste

ROMA Nonostante il tasso di disoccupazione resti elevato, le aziende italiane faticano a reperire il personale tecnico.
In particolare, la società  Technical Hunters, specializzata nella ricerca e selezione di personale specializzato, ha individuato i tre ruoli più richiesti dalle aziende italiane nel 2014: sono i Buyer, specialisti degli acquisti, gli Ingegneri di processo, che curano i processi produttivi industriali e i Proposal, tecnici addetti alla formulazione di offerte commerciali in ambito industriale. Gli stipendi di queste figure possono arrivare fino a 70 mila euro lordi annui.

«Sono posizioni in rapida evoluzione che richiedono una solida formazione tecnica, abbinata alla conoscenza delle lingue e a una buona propensione alle relazioni interpersonali», spiega Matteo Columbo, Senior manager di Technical Hunters, «con stipendi che partono dai 35-40 mila euro lordi annui».

In particolare il “Buyer” è un professionista  che si occupa di controllare e coordinare le attività del processo di acquisto e di approvvigionamento all'interno dell’azienda, gestendo il budget a sua disposizione. Per questa professione viene richiesto un percorso di laurea tecnico o economico, mentre le retribuzioni spaziano dai 40 mila ai 60 mila euro lordi annui. Il “Proposal” è invece colui che predispone le offerte contrattuali nelle grandi aziende, dove il prodotto è venduto su commessa ed è, pertanto, necessaria una figura  in grado di strutturare preventivi ad hoc. Il Proposal può guadagnare fino a 55 mila euro lordi annui.

METRO