Suzuki Celerio La citycar si fa minimal

  • Auto novità

AUTO Una piccola “premium”? Non grazie, meglio tanta concretezza. E’ la ricetta di Suzuki per la Celerio, una citycar dallo stile minimalista, ma dai grandi contenuti. Niente led, ma un portellone verticale, a vantaggio della capacità di carico. L’insieme è una citycar che forse non stupisce subito, ma è perfetta per chi deve spostarsi in modo economico. E all’interno  l'arredamento è semplice, ma di buona qualità, senza sistemi di infotainment con schermi “touch” di alcune concorrenti. Ma c’è tutto quello che serve. Curiosa la scelta di Suzuki sui motori che, entrambi di 1000 cc, sembrano identici, ma in realtà nascondono differenze sostanziali. Il K10B e il K10C che però arriverà l’anno prossimo, offrono sempre 68 CV, ma il primo consuma 4,3 l/100 km contro 3,6 km/l del secondo con CO2 di 99 g/km contro le 85 dell’altro, merito della fasatura variabile, del sistema Dual Jet con doppio iniettore per cilindro e dello Stop & Start. A vantaggio del K10C c'è la possibilità di abbinarlo al cambio automatico robotizzato che costa 700 euro in più. Tre le versioni L con 4 airbag, suggeritore di cambiata e ESP, Easy che in più ha il sistema audio con Bluetooth, i vetri elettrici anteriori e l’aria condizionata e Style con cerchi in lega e sei airbag. I prezzi? La L costa 8.990 euro, ma la più gettonata sarà la Easy 10.490 euro, mentre la Style è proposta a 11.490 euro. La 1000 cc col motore K10 C sarà disponibile col livello Style a 12.290 euro. Per il lancio Suzuki offrirà la Easy al prezzo della L, cioè 8.990. Più di così…

CORRADO CANALI

Articoli Correlati

Porte aperte Alfa Romeoil 17 e 18 novembre

Un mese "speciale" per le offerte su finanziamento, cambio e alimentazione

La Renault Cliogriffata da Moschino

Le personalizzazioni del modello riguardano sia gli esterni che gli interni

Optional in omaggiosu Renegade e Compass

Promozione per il mese di novembre per chi acquista un Jeep