Seduttori si diventa e la bellezza non conta

  • Libri

Intervista Un testo che si pone come “manuale definitivo” di seduzione, ovvero del tentativo di “portare, trarre a se” (questo il significato di sedurre) un altro o un'altra. Lei è uno dei miti della saggistica francese, la sessuologa Valerie Tasso, che nel suo “Il metodo Valerie” (Castelvecchi.p. 198 euro 16,50) dà un'interpretazione fuori da tutti gli schemi di che cosa significhi essere seducente - al femminile ma interessa anche i maschi - andando oltre il luogo comune della donna in tacco 12 e lingerie.

Nel libro lei parla di talento nel sedurre. È innato o lo si può coltivare?
Seduttrici si nasce ma come tutte le cose nella vita si può imparare. Quindi alle donne che pensano di avere poco talento nel sedurre direi di non perdere mai la speranza.

Bisogna essere un po' false o si può rimanere se stesse, autentiche?
È necessario conoscersi molto bene, Poi, per essere un buona seduttrice è necessario sapere come manipolare. Un po' come fanno gli attori. In ogni ruolo che interpretano c'è una parte di loro stessi.

Oggi questo è un mondo dove per sedurre sembra fondamentale la bellezza…
La bellezza è secondaria. Una donna che sa come usare il suo carisma e l'intuizione può andare ovunque.  

Sembra anche molto  difficile trovare qualcuno che  valga la pena di sedurre.
In un primo momento, da apprendiste della seduzione si possono compiere errori: come uno che va al fiume per catturare uno squalo. Ma quando si capisce che lo squalo nuota solo in mare aperto, non dovremmo ripetere lo stesso sbaglio. Nel libro io descrivo alcuni stereotipi maschili da evitare. Qualunque donna li riconosce con pochi minuti di osservazione. E sa se vale o no giocare la partita.

Qual è l'equilibrio giusto per sedurre?
L'equilibrio. Una volta amante, una volta donna angelicata. E viceversa. L'uomo va sorpreso, sconcertato.

Dopo un po' che si sta assieme, come farsi venire la voglia di continuare a sedurre?
Una vera seduttrice non fa nessuno sforzo per sedurre  lo stesso uomo. Ne cerca altri… 
ANTONELLA FIORI

 

Articoli Correlati

Il Sud saprà stupircigrazie ai talenti e al web

In un libro collettivo curato da Antonio Carnevale luci e ombre di un pezzo d'Italia

"Ecco la ricettaper la felicità"

L'ultimo libro di Alessandra Hropich