Caccia a duemila amministratori di condominio

  • Nuove opportunità

ROMA. Dinamico, con capacità imprenditoriali e una competenza solida su materie anche molto diverse tra loro. Questo l'identikit dell'amministratore di condominio che l'Anammi (Associazione nazional-europea degli amministratori d'immobili) vuole formare con i suoi prossimi corsi, destinati ai professionisti di un settore che, entro il 2015, richiederà 2.000 nuovi operatori. Nelle principali città italiane, avrà inizio il percorso di preparazione in aula, dalla durata di tre mesi, studiato per chi intende diventare un “manager” del condominio. La campagna corsi, per l'anno 2014-2015, prende avvio dopo la pubblicazione, lo scorso 24 settembre, del decreto n.140 del ministero della Giustizia, che regolamenta i criteri della formazione per gli amministratori condominiali. «Un provvedimento - osserva Giuseppe Bica, presidente dell'Anammi - che conferma la filosofia con la quale siamo nati: fornire agli operator tutti gli strumenti idonei per diventare professionisti seri e competenti. Ora, più che mai, c'è bisogno di una formazione adeguata». Il decreto, che andrà in vigore a partire dal 9 ottobre, punta su una severa selezione dei docenti e della materie di insegnamento.

Il calendario dei corsi
I corsi dell'Anamni si svolgeranno un po' in tutta Italia. Si parte a Napoli si martedì 14 ottobre, a Bologna lunedì 20, a Milano martedì 21, a Messina mercoledì 22, mentre a Roma la formazione inizia martedì 28 ottobre.

 

METRO