La Jeep made in Italy si chiama Renegade

Auto. La prima Jeep made in Italy (stabilimento di Melfi) arriva sul mercato (a settembre), è la Renegade. Tre allestimenti Longitude, Limited e Trailhawk. Propulsori: un benzina di 1400cc da 140 CV e due turbodiesel,  un 1600cc da 120 CV e un 2000cc da 130 o 170 CV. Gli unici a trazione integrale sono i diesel. Il cambio automatico (9 marce) è abbinabile però solo al il 170 CV. La Longitude (la base) offre di serie i vetri elettrici, i cerchi in lega da 16”, il clima manuale, l’Hill Start Assist, il cruise control, i sensori per la pressione gomme, i fendinebbia, l’impianto hifi UConnect con display da 5 pollici, Usb, Bluetooth, 6 altoparlanti e comandi al volante, retrovisori elettrici riscaldabili e il volante in pelle. I prezzi: si parte dai 23.500 euro per il il 1400 a benzina, 24.500 euro per il 1600 diesel e di 27.300 euro per il 2000 4x4. La più ricca Limited aggiunge le barre sul tetto, i cerchi da 17”, il clima automatico, il display a colori da 7 pollici, i sensori di parcheggio, il terminale di scarico cromato e i cristalli posteriori oscurati. I prezzi: 25.100 euro il 1400 benzina, 26.100 euro il 1600 diesel, 28.900 euro il 2000 4x4 che salgono a 31.300 euro il 2000 diesel 4x4 automatico. La versione Trailhawk infine , è in vendita a 32.800 euro ed è  disponibile solo col cambio automatico quindi con il motore 2000 cc diesel da 170 CV. Ha le stesse dotazioni della Limited con in più le gomme M+S.
(Corrado Canali)