Nuovo Fiat Ducato forza e tecnologia

Auto Un nome, Ducato, che è una garanzia per tutti i lavoratori che hanno bisogno di spazio, robustezza e affidabilità. Dopo 33 anni il furgone Fiat, ma non solo, visto che è disponibile anche in versione trasporto persone e fa anche da base per tantissimi allestimenti, soprattutto camper, arriva alla sesta generazione, dopo 2,6 milioni di unità venduti dal lontano 1981 ad oggi. Commercializzato in ottanta Paesi al mondo, compresi gli Stati Uniti dove esibisce sulla calandra il marchio RAM, il Ducato è uno dei veicoli più globali del Gruppo FCA (Fiat Chrysler Automobiles). Il nuovo modello si rinnova, innanzitutto nello stile esterno, abbinando design e funzionalità, grazie al paraurti anteriore diviso in tre parti per ridurre i costi di riparazione, ma anche per quanto riguarda l’abitacolo, con la disponibilità di tre allestimenti e soprattutto dell’inedito supporto multifunzionale inserito al centro della plancia adattabile a tutti gli smartphone, ma anche ai tablet, oltre ai classici block-notes. Sotto il cofano troviamo tre motori turbodiesel Multijet che rispondono a diverse offerte di potenza e coppia.
Cilindrata minima 2000 cc e 115 CV
Si parte dal 2000 cc da 115 CV per arrivare al 3000 cc da 180 CV, passando per il 2300 cc da 150 CV: tutti sono abbinati al cambio manuale a 6 marce, con la trasmissione automatica Comfort Matic disponibile in opzione. E dall'inizio dell'anno prossimo sarà in vendita anche la rinnovata versione a metano. Lo sviluppo del nuovo Ducato ha portato ad aumentare soprattutto la robustezza, con rinforzi nella scocca e negli scatolati, ma altrettanta attenzione è stata riservata alle prestazioni, con il miglior peso totale a terra sul mercat, fino a 4,4 tonnellate, ma anche quello sull'asse posteriore fino a 2,5 tonnellate e la portata fino a 2,1 tonnellate fra tutti i furgoni dell'intera categoria a “ruote single”. Migliorate anche le sospensioni posteriori, ora in materiale composito che ha permesso di ridurre il peso del veicolo e di aumentare la capacità di carico. Parlando, invece, di sicurezza su tutte le versioni è di serie il sistema di controllo elettronico della stabilità (ESC) che include la funzione anti-ribaltamento, associata al sistema di riconoscimento del carico (LAC) e ancora l'Hill Holder per le partenze in salita e l'assistenza elettronica alla frenata (EBA). Dell'equipaggiamento standard fanno parte anche il lettore MP3 e la connettività Bluetooth, mentre sulle versioni top ci sono anche lo schermo “touch” da 5 pollici, la retrocamera e il navigatore. Infine, la modularità, da sempre uno dei fiori all’occhiello del commerciale Fiat: combinando, infatti, le diverse soluzioni di scocca, motore e meccanica, si contano almeno 10.000 varianti destinate al trasporto persone, ma anche base, come detto, per delle conversioni soprattutto in chiave camper. In particolare, la gamma furgoni consente di poter scegliere tra otto capienze diverse, da 8 e fino 17 metri cubi, mentre sono tre le varianti di altezza e quattro quelle di lunghezza per i furgoni, che diventano sei per i cabinati. Il nuovo Fiat Ducato è già in vendita ed è disponibile ad un prezzo base di 22.000 euro. Per la progettazione e la realizzazione del rinnovato Ducato, Fiat Professional che è la divisione veicoli commerciali del Gruppo FCA, ha investito complessivamente qualcosa come 700 milioni di euro. (Corrado Canali)