L'Unicef vende online 11 case E presto saranno 70

Mercato. C’è di tutto. Si va dal classico appartamento al negozio, dalla mansarda alla casa indipendente: sono gli immobili che l’Unicef ha ricevuto attraverso generose donazioni e che oggi mette in vendita (l’Italia è stata scelta per questa iniziativa pilota) attraverso il noto portale di annunci immobiliari www.immobiliare.it (www.immobiliare.it/unicef). Lo scopo? Come dice Davide Usai, dg del comitato italiano, «abbiamo l’obbligo di cedere quanto prima gli immobili al fine di devolvere i proventi per i nostri progetti nel mondo».Allo stock iniziale di appartamenti messi online, dieci, si è aggiunta una casa indipendente di Ittiri, Sassari, 11° annuncio. Presto saranno 20 e a regime una settantina. I prezzi? In alcuni, rari casi, la richiesta è stata rigidamente stabilita dal donante, che ha anche dato margini strettissimi di “sconto”. In tutti gli altri casi, invece, la maggioranza, per determinare il prezzo richiesto l’Unicef si è rivolta alle varie agenzie sul territorio che trattano le singole case: si tratta quindi di valutazioni “di mercato”. Con gli stessi margini di trattativa, pare di capire, mediamente non ristrettissimi, che è ragionevole attendersi da un venditore “istituzionale”.
Nella foto (www.immobiliare.it/unicef): un appartamento di 80 mq in viale Certosa a Milano, richiesta 160 mila euro.
(Metro)